di Alessandro Cirinei

Mario Draghi compie un anno al vertice della BCE


 

Il flemmatico Mario Draghi, classe 1947, con una laurea in Economia ed un PHD ottenuto studiando con Modigliani alla Massachusetts Institute of Technology, è l’altro grande professore Italiano insieme a Monti.

Draghi su Crescita Eurozona

Dopo una carriera accademica di assoluto prestigio, Draghi è diventato un banchiere prima come Direttore della Banca Mondiale, negli anni ’80, poi con altri ruoli di prestigio come quello di Presidente del Financial Stability Board, di Governatore della Banca d’Italia del dopo Fazio e adesso, da esattamente 1 anno, è presidente della Banca Centrale Europea.
Il ruolo di Draghi è quello di “metronomo” dell’economia ed il suo mandato è iniziato in un periodo davvero critico per i mercati mondiali. Un ruolo non facile dove il carisma e la capacità di influenzare politici e mercati è di fondamentale importanza.
Draghi ha cercato di tenere sotto controllo la crisi riducendo il costo del denaro e stimolando le economie ma in questo anno, tenere a bada il nervosismo è stato duro. Le problematiche in Grecia prima, in Spagna poi, l’altalena Italiana relativa allo spread tra BTP e Bund Tedeschi e le influenze portate dalle agenzie di rating hanno reso il compito della BCE non semplice. Draghi è stato spesso accusato di avere un atteggiamento attendista, sebbene abbia però mostrato grandi doti di diplomazia.

E’ impossibile per chiunque valutare questo primo anno di Draghi in un ruolo tanto complesso. Vogliamo soprattutto evidenziare, con un pò di sano nazionalismo, che a capo di un ruolo tanto strategico a livello globale c’è un Italiano, e desideriamo semplicemente fargli gli auguri con la speranza che riesca a contribuire all’uscita dei mercati da questa tremenda crisi che ci attanaglia. Lui che può!

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Correlati

Commenta via Facebook

EDITORIALE

wickedin lavoro