in

Martin Schulz da Palermo: l’Italia merita di più

Il presidente Schulz è arrivato a Palermo su invito del Presidente della regione siciliana Rosario Crocetta per una serata di beneficenza insieme al cantante Mario Venuti e alla regista Roberta Torre. Racconta di avere impiegato ben sette ore da Aquisgrana, sua città, al capoluogo siciliano, ha toccato con mano quanto poco l’Europa ha fatto per il Mezzogiorno.

Parla dell’isola con grande rammarico per le condizioni in cui si trova, insieme a tutto il Mezzogiorno. Dice di comprendere il perché Federico II si sia innamorato di Palermo e di come il re svevo-tedesco avesse intuito le potenzialità economiche della posizione geografica della Sicilia. Auspica che l’Europa blocchi i tagli, in particolar modo i fondi per lo sviluppo rurale.

Rosario Crocetta

Schulz si è fatto molto apprezzare dalla platea del teatro Politeama quando ha detto: «Merita di più questo Paese. Merita un governo che si batta per i diritti civili e per regolamentare i mercati finanziari in modo più severo perché non succeda più che le banche siano salvate coi soldi dei cittadini».

La conquista del pubblico è poi stata definitiva quando ha encomiato la gionalista Elvira Torrenova, perché lei a Lampedusa prima di documentare la tragedia degli sbarchi dei naufraghi, ha salvato una notte, decine di disperati, tra cui alcuni bambini. Ha ricordato che i morti sulle coste siciliane sono la vergogna dell’Europa e della sua indifferenza.

Non è mancata l’ accenno polemico verso Silvio Berlusconi: «L’altro giorno io parlavo di Olocausto, e un altro pensava ai dittatori. La verità è che negli ultimi vent’anni con Berlusconi l’Italia ha avuto governi di nessuna credibilità internazionale». Più che un’ entrata nelle nostre vicende elettorali è stata una sottolineatura della disistima che corre fra le due personalità.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Ce ne libereremo mai?

Federica Pellegrini intervista shock a Domenica In