in

Massimo Bossetti news Quarto Grado, lettera-appello agli assassini di Yara Gambirasio: “Vergognatevi!”

Omicidio Yara Gambirasio news: Massimo Bossetti ha scritto una lettera dal carcere rivolgendosi all’assassino (o gli assassini) della ginnasta di Brembate. Di quel delitto, come sappiamo, è lui l’unico e solo accusato; il carpentiere bergamasco, infatti, è stato condannato in primo e secondo grado all’ergastolo perché ritenuto colpevole dell’atroce crimine. Lui, però, continua a professarsi innocente e vittima di un errore giudiziario. A Quarto Grado ieri 22 giugno si è parlato del caso, del fatto che il prossimo 12 ottobre si pronuncerà in merito la Corte di Cassazione, ultima speranza per Bossetti di poter ottenere la tanto richiesta e mai concessa super perizia sul Dna, che a detta sua e dei suoi difensori potrebbe dimostrare l’errore investigativo che avrebbero commesso i Ris nell’identificare la traccia genetica rinvenuta sugli slip della vittima con il Dna dell’imputato. Quei tanto anelati accertamenti sul materiale repertato sulla scena del crimine, in sostanza, potrebbe dimostrare che gli investigatori hanno sbagliato e che quella traccia mista di Dna non appartiene a Massimo Bossetti.

caso yara news quarto grado

Bossetti nella missiva di cui sopra, resa nota alla stampa attraverso il suo legale, l’avvocato Claudio Salvagni ieri ospite in studio di Gianluigi Nuzzi, scrive immaginando di parlare con gli assassini di Yara Gambirasio. “Vergognatevi! Non avete diritto alla vita”, invitando questi presunti criminali ancora a piede libero a costituirsi alle forze dell’ordine. “Essendo ancora a piede libero continuano a ridere di me e della Giustizia. Ma se hanno un briciolo di rimorso, dopo tutto quello che hanno fatto e che continuano a fare, dovrebbero solo fare una vera cosa: consegnarsi alle autorità competenti invece di continuare a rovinarmi la vita e vedermi marcire in questo maledetto inferno che per niente mi dovrebbe appartenere […] Chiunque tu sia, o voi siate, vergognati o vergognatevi nel più profondo delle vostre anime, non meritate di vivere in questa società”.

Leggi anche: Caso Yara news, Massimo Bossetti: perché la Cassazione potrebbe dargli ragione

Salvagni ha detto che il pool difensivo sta ancora lavorando al caso, e che “Abbiamo qualche idea/sospetto ma non possiamo ancora parlarne, diciamo che alcuni fra gli elementi” analizzati in fase di indagine sono stati interpretati “in maniera semplicistica e meritano un approfondimento”. Il legale non si è sbilanciato oltre ma ha lasciato intere che lui e i colleghi avrebbero in mano degli elementi che potrebbero portare ad una pista alternativa in merito a come siano andati davvero i fatti la sera del 26 novembre 2010, quando Yara fu uccisa.

processo bossetti ultime news

Pensioni 2018 quota 100 e quota 41 come funzionerà? Ecco vantaggi e svantaggi della riforma previdenziale

lucca summer festival date concerti

Lucca Summer Festival 2018: date concerti Gorillaz, Lenny Kravitz, Nick Cave, Roger Waters e Norah Jones