in

Matteo Salvini: “Con la Flat Tax i ricchi pagheranno meno tasse”

Matteo Salvini, nella lunga intervista concessa a RadioUno questa mattina – dove ha anche parlato di Legge Fornero – ha sottolineato come con l’entrata in vigore di Pace Fiscale e Flat Tax sarà possibile far pagare meno tasse a chi guadagna di più. “E’ giusto che chi guadagna di più paghi meno tasse. Perché spende e investe di più…” Il motivo? Secondo il leader del Carroccio, nonché ministro degli Interni, così sarà possibile: “Guadagnarne tutti – ha aggiunto – se uno fattura di più, risparmia di più, reinveste di più, assume un operaio in più, acquista una macchina in più, e crea lavoro in più. Non siamo in grado di moltiplicare pani e pesci. Il nostro obiettivo è che tutti riescano ad avere qualche lira in più nelle tasche da spendere”.

Leggi anche: Tutte le news sul Governo Conte

Come funziona la Flat Tax

Ma come funziona la Flat Tax? Il programma di governo giallo-verde prevede “due aliquote fisse al 15 e al 20% per persone fisiche, partite IVA, imprese e famiglie” che andrebbero a sostituire le cinque aliquote attuali, che vanno dal 23 al 43%. La riforma fiscale sarebbe inoltre caratterizzata da “un sistema di deduzioni per garantire la progressività dell’imposta, in armonia con i principi costituzionali“. Ciò si tradurrebbe, per le famiglie, in “una deduzione fissa di 3mila euro sulla base del reddito familiare”.

Cos’è la pace fiscale

Pace Fiscale è sinonimo di condono? Non esattamente. “Condono è una cosa – ha spiegato qualche giorno fa Di Maio – la pace fiscale un’altra”. La misura consiste nel saldo e nello stralcio delle cartelle esattoriali per i piccoli contribuenti in difficoltà economica. A seconda della situazione in cui si trovano, i contribuenti potranno pagare da un minimo del 6% a un massimo del 25% del dovuto con un’aliquota intermedia del 10%. Sull’espressione ‘pace fiscale’, ha puntualizzato qualche giorno fa il deputato leghista Claudio Borghi, c’è stato un “grande fraintendimento. Nessun malfattore sarà beneficiato da questo provvedimento”. Di condono si parla quando qualcuno ha avuto “un accertamento perché è in mora o perché non ha fatto quello che doveva dal punto di vista dichiarativo e si troverebbe abbonata la sanzione. Qui stiamo parlando dei falliti per tasse, che hanno dichiarato tutto e che verrebbero penalizzati per il solo fatto, non molto giusto, di essere arrivati prima della flat tax”.

Alba Parietti a Radio Cusano Campus: “Leader della sinistra? Mi piacerebbe Roberto Saviano”

Anna Tatangelo 744x445

Anna Tatangelo gossip news, tra voglia di maternità e una storia passata: “Con Gigi D’Alessio va così”