in

Mattino Cinque, Belen Rodriguez parla di Andrea Iannone: “Non è stato un colpo di fulmine”

Questa mattina Belen Rodriguez è stata ospite nel programma di Federica Panicucci Mattino CinqueLa showgirl argentina ha parlato a cuore aperto della sua storia d’amore con Andrea Iannone, arrivato dopo il divorzio dal ballerino Stefano De Martino. La Rodríguez ha dichiarato: “Con Andrea non è stato assolutamente un colpo di fulmine perché quando arrivi da un divorzio, almeno per come sono fatta io, che davvero ci credevo in quel matrimonio e ho sofferto tanto per questo, non ero più aperta a niente, non ci credevo più. Mi dicevo: ‘mi godo la vita ma non darò più tutto il mio cuore ad una persona’ “ poi ha aggiunto sul compagno “Quello con Andrea è un amore maturo. È un rapporto in cui si parla tanto, c’è tanto dialogo, ci si capisce. Entrambi facciamo di tutto perché l’altro stia bene. Ogni donna ha bisogno di essere protetta, di essere amata, rispettata. Nessuno mi ha mai protetto quanto mi protegge lui. È un uomo molto premuroso e mi fa sentire la donna più bella del mondo ogni secondo.”

Belen Rodríguez e il rapporto con i social: “Da un po’ di tempo rispondo meno”

Belen Rodriguez è una delle più seguite sui social, come lei stessa ammette, ormai il web è diventato un secondo lavoro: “In questo periodo utilizzo molto Instagram per lavoro, perché ormai è un connubio. Magari hai un contratto lavorativo di varie campagne e quindi comunque quando fai lo shooting fotografico ed escono le fotografie le devi postare e io le posto con molta felicità perché il mio lavoro mi piace.”

Buondì• @revisebluevibes

Un post condiviso da BELEN (@belenrodriguezreal) in data:

Il web, però, ha i suoi pregi, ma anche i suoi difetti: “Rispondo molto spesso però, è da un anno a questa parte che non lo trovo molto positivo. Siamo diventati tutti rimbambiti, me compresa. Sono arrivata ad un certo punto che ho detto: ‘Ma basta’. Mi ritrovavo a cena, in bagno, prima di andare a dormire, con questo telefonino sempre in mano, mi ci ritrovo tuttora, però ho cercato di diminuire tanto. E’ finita la comunicazione. Postiamo fotografie tutto il tempo per apparire, per far vedere chi è più cool, alla moda, chi ha le scarpe più belle. Non lo trovo sbagliato del tutto, è bello condividere i momenti, ma è diventato brutto.
La foto la condivido, però due parole con un estraneo no. Siamo diventati super social sul telefonino e super asociali con il mondo esterno. E poi comunque anche il fatto dell’offesa, non la trovo più costruttiva. Penso che siamo in un periodo veramente critico che se non lo cambiamo noi, sta andando tutto a rotoli, tutto, la televisione, questi social…”

Written by Vincenzo Mele

Nato a Napoli il 13 Agosto 1996, si è diplomato al Liceo Classico Adolfo Pansini, in Napoli. Attualmente frequenta la facoltà di Lettere moderne all'Università Federico II di Napoli. Giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei giornalisti della Campania. Si occupa di sport, tv e gossip.

Brunori Sa Rai 3: cinque puntate per raccontare una società in cerca di risposte

manifesto anti aborto a roma

Roma manifesto anti-aborto, Brandi (ProVita): «Attaccati perché diciamo la verità, Raggi vorrebbe rimuoverlo: Hitler era più democratico»