in

Meteo oggi e domani: caldo africano intenso, ecco le città con le temperature più alte

Oggi e domani (e molto probabilmente per altri 2/3 giorni) il meteo in Italia sarà all’insegna del caldo intenso. Tutta colpa dell’espansione dell’anticiclone africano, la prima significativa di questa estate 2018 per cui le previsioni a lungo termine non parlano di eccessi del caldo. Mentre scriviamo la colonnina di mercurio segna già valori piuttosto alti, in particolare sulla Pianura Padana, tra Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia, e su alcune zone interne del Centro Italia. Temperature sopra la media del periodo si registrano anche sulla Sardegna. Tra le città più calde in questi minuti Torino con 33.5°, Milano con 32.6°, Piacenza con 33.5°, Mantova con 34°, Modena con 34,8°, Bologna con 33,8°, Faenza con 35,1°, Forlì con 34,6%. Molto caldo anche a Firenze con 32,3° mentre al momento Roma fa registrare una temperatura di poco sopra i 30°. In Sardegna molto caldo a Oristano con 33.4°. Ma vediamo come andrà domani e dove si registreranno le temperature più alte.

temperature oggi sabato 30 giugno 2018

Meteo domani, caldo africano intenso: le città più calde

Secondo tutti i modelli di previsioni la bolla di caldo africano nella giornata di domani, domenica 1° luglio 2018, si farà sentire soprattutto sulla Pianura Padana emiliana, sulle zone interne di Toscana, Umbria e Lazio, sulla Sardegna e in parte su Puglia e Basilicata. In queste zone, in particolare tra Modena e Bologna in Emilia, nel Foggiano e nei dintorni di Sassari, si potranno raggiungere temperature attorno ai 32-33°. Tra le città più calde ci saranno senza dubbio Modena, Bologna, Ferrara, Firenze, Perugia, Roma, Frosinone, Foggia, Matera, Oristano e Sassari.

domenica 1° luglio 2018 dove farà più caldo

Meteo prossimi giorni: fino a quando durerà il caldo africano?

Ma fino a quando durerà il caldo africano? Secondo i modelli di previsioni l‘ondata di calura inizierà ad attenuarsi già da lunedì 2 luglio ma limitatamente alle regioni di Nordest, investite da un flusso di aria più fresca di origine orientale. Nei giorni successivi l’anticiclone africano dovrebbe ritirarsi gradualmente verso sud, per lasciare spazio al meno rovente anticiclone delle Azzorre, tipico delle estati italiane: le temperature torneranno quindi nei valori medi di luglio. Scrive il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica militare: “(da lunedì 2 luglio, ndr) si inserisce in modo più marcato al centro-sud l’anticiclone delle Azzorre, mentre il nord continua a risentire della presenza della parte avanzata del fronte caldo associato al cut-off iberico e di quella finale del fronte freddo associato a quello balcanico”.

Tutte le notizie meteo su UrbanPost

Written by Andrea Monaci

47 anni, fondatore e direttore editoriale di Urbanpost.it Ha iniziato la sua carriera con la cronaca locale, ma negli ultimi 20 anni si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto, tra gli altri, per il "Secolo XIX" e "Lavoro e Carriere". Quando non lavora le sue passioni sono la musica rock, i cani, le vecchie auto e la buona cucina.

Autostrade in tempo reale: traffico, incidenti, chiusure oggi 30 giugno 2018

firenze coppia uccisa in casa

Firenze coppia massacrata in casa a coltellate: figlio 43enne sospettato del delitto