in

Michele Buoninconti Cassazione news, Procura generale: “Uccise moglie per sete di dominio”

Morte Elena Ceste ultime notizie: è in corso dalle 10:30 di oggi 17 maggio, presso la Corte di Cassazione a Roma, l’udienza del processo a carico di Michele Buoninconti, in carcere dal 29 gennaio 2015 e condannato in primo e secondo grado per l’omicidio della moglie. Il terzo grado di giudizio arriverà nella tarda serata di oggi se non domani mattina. Il vigile del fuoco, che si professa innocente, è accusato di avere strangolato la donna, 37enne madre dei suoi figli, la mattina del 24 gennaio 2014 e di averne occultato il corpo nel canale del Rio Mersa, a meno di un km dalla loro casa di Costigliole D’Asti, dove fu rinvenuto del tutto casualmente il 18 ottobre dello stesso anno.

elena ceste motivazioni sentenza

Leggi anche: Morte Elena Ceste, Michele Buoninconti Cassazione: perché si tratta di un processo indiziario senza prove schiaccianti

Come sappiamo la difesa di Buoninconti ha impugnato la sentenza d’Appello chiedendo un supplemento di perizia in merito all’esame autoptico sui resti della donna, che mai chiarì le esatte cause del decesso limitandosi a fare delle ipotesi non suffragate da elementi oggettivi. Non solo, gli avvocati del vigile del fuoco puntano il dito sulla frattura dell’osso coggice (non evidenziata dal medico legale incaricato dalla Procura di Asti di effettuare l’autopsia) di Elena, compatibile con la caduta e, quindi, la morte accidentale. Accuse anche al perito Giuseppe Dezzani, il geometra sedicente ingegnere informatico, che con la sua perizia (inattendibile per la difesa dell’imputato, che chiede una nuova perizia super partes finora mai concessale) sulle celle telefoniche collocò Buoninconti nel Rio Mersa alle 9 del mattino di quel giorno, intento secondo l’accusa ad occultare il cadavere della moglie.

ELENA CESTE NEWS

In aula sta parlando in questi minuti il Procuratore generale, Giuseppina Casella, che ha ricostruito le tappe principali della vicenda ed ha parlato di “completezza logica del quadro accusatorio” a carico di Michele Buoninconti, che avrebbe agito con “lucidità e freddezza” nel compiere l’omicidio della moglie. Il suo un “proposito criminale” dettato da un movente riconducibile ad una “sete di dominio” sulla povera Elena Ceste “e malsano senso dell’onore”. Dopo la Procura generale prenderanno parola le parti civili ed infine la difesa dell’imputato.

Gigi Buffon non si ritira? Addio alla Juve ma potrebbe prendere una ‘clamorosa’ decisione

selfie belen e stefano

Stefano De Martino casa a Milano: il ballerino fa impazzare il gossip e si avvicina a Belen