in

Migranti, la frase shock del senatore Lannutti (M5s): “Nave ONG vanno affondate, sono finanziate da Soros”

Migranti, presa di posizione fortissima da parte di Lannutti, senatore in quota Movimento 5 Stelle. Il riferimento è alla vicenda della nave Lifeline protagonista involontaria di un’odissea nel Mediterraneo con oltre 230 migranti a bordo. Ed è poi citato il nome di George Soros, il finanziere associato alle più svariate teorie complottiste contemporanee – come quella della sostituzione etnica – nemico dei sovranisti di ogni latitudine, entrato nelle cronache politiche recenti italiane anche per uno scontro con Salvini (ha accusato il leader leghista di legami sospetti con Putin, beccandosi la reazione indignata del ministro dell’Interno).  Elio Lannutti, dunque, promette tolleranza zero e annuncia: “Migranti: credo che di questo passo, le Ong finanziare da Soros ed altri ideologhi della sostituzione etnica, oltre ad essere bandite dovranno essere affondate. Tolleranza zero!”50 jihadisti arrivati via mare

Chi è Elio Lannutti

Elio Lannutti è un politico e giornalista italiano. Pubblicista dal 1987, ha collaborato con importanti testate (tra le quali Il Messaggero (1986-1989) e La Repubblica-Affari & Finanza (1988-1991), Avvenimenti (1987-1999)) su temi bancari e finanziari, in particolare su quelli riguardanti la tutela dei diritti dei consumatori-utenti. Nel 1992 lascia l’impiego bancario per intraprendere la professione giornalistica con un contratto di praticantato nel settimanale Avvenimenti, alla cui fondazione aveva contribuito nel 1987. Nel 1997 diviene giornalista professionista.

L’attività politica di Elio Lannutti

La sua attività politica: nel 2008 viene candidato al Senato come capolista dell’Italia dei Valori in Veneto: eletto, diventa membro della 6ª Commissione permanente (Finanze e Tesoro), della Commissione parlamentare per il controllo sull’attività degli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza sociale (Enti Gestori), della Commissione Speciale per il controllo dei prezzi, e della delegazione Nato. Si impegna, in particolare, per l’approvazione della legge che regola la class action. L’attività parlamentare di Lannutti è stata da lui stesso raccolta in saggi editi a novembre 2008, luglio 2009 e febbraio 2010. Alle elezioni politiche del 2018 è nuovamente eletto al Senato della Repubblica, in regione Lazio, come capolista del Movimento 5 Stelle (collegio plurinomiale Lazio-2).

Governo Conte riforme, così cambierà la Pubblica Amministrazione: l’annuncio del Ministro Bongiorno

Sonia Bruganelli gossip news, la frase della moglie di Paolo Bonolis che indigna il web: “Io posso, voi no”