di Antonio Paviglianiti in

Milan rifinanziamento debito news: Elliot dice no, ipotesi Jefferies?


 

Milan rifinanziamento debiti 2018, continua la ricerca di Marco Fassone: Elliot dice no, e adesso? Ecco cosa potrebbe succedere…

Rifinanziamento debiti milan

Continuano i problemi per il nuovo Milan. Mentre la Procura indaga su Silvio Berlusconi per la cessione del club rossonero dello scorso aprile 2017, il club rossonero continua a ricercare sostegno da parte delle banche per ottenere il rifinanziamento del debito. La missione di Marco Fassone per il rifinanziamento con Elliott del debito del Milan rischia di essere un percorso ben più arduo e complicato rispetto a quanto annunciato dallo stesso amministratore delegato dei rossoneri.

Milan rifinanziamento debiti news: ecco le ultimissime

A riferire delle difficoltà del Milan per il rifinanziamento del debito è il quotidiano La Stampa che oltre a riportare l’inchiesta aperta della procura di Milano conferma anche la sfiducia data dalle banche USA all’attuale presidente, Yonghong Li. Secondo il quotidiano torinese in un articolo a firma Gianluca Paolucci, alcuni manager delle più importanti banche d’affari hanno definito Yonghong Li non credibile per “Motivi reputazionali”. È questo il nodo sul quale si sta fin dall’inizio lavorando: dove trovare i soldi per restituire al fondo Elliott la parte di prestito che non riguarda direttamente il Milan, bensì Mr. Li.

Leggi anche: Berlusconi indagato per la cessione del Milan

Milan rifinanziamento debiti: pista araba in vista?

Secondo “Repubblica”, invece, il Milan ha in mano anche un’altra offerta: quella del fondo Jefferies. Martedì 16 gennaio la società rossonera esaminerà l’opzione del rifinanziamento col fondo Jefferies, pista araba. Le prossime ore saranno decisive per l’offerta di un altro fondo arabo. Ore calde in casa rossonera: il mercato in questo momento passa in secondo piano.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Leggi anche

Commenta via Facebook