in

Milano: 17 Milioni di Euro per Sistemare 700 Case Popolari Sfitte

Certo, rispetto alle 20mila famiglie in attesa da anni di un alloggio sono briciole, ma si tratta di un passo avanti notevole nella soluzione dell’emergenza abitativa a Milano. Il piano annunciato oggi dalla Giunta Pisapia riguarda il 2013 e prevede complessivamente il recupero di oltre 1500 abitazioni, tra alloggi sfitti da risistemare e nuove soluzioni.

Andiamo con ordine. La prima tranches di denari, 5,7 milioni di euro, già oggetto di ricorso al Tar, è stata sbloccata a novembre e permetterà la sistemazione nel 2013 di alloggi situati a Quarto Oggiaro e la riqualificazione completa di altri in via Solari 40, per totali 100 alloggi.

La seconda operazione, preventivata per il 2013, riguarderà  316 alloggi in carico all’Aler che saranno risistemati ed assegnati. Costo dell’operazione 6,4 milioni di euro. Queste case sono in via Savoia (50), a Famagosta (30 tra via San Paolino e via San Vigilio) e in zona Chiesa Rossa (altre 50 tra via Chiesa Rossa, via Gandino e quartiere Sant’Ambrogio).

Case Popolari Sfitte da risistemare nel 2013 a Milano

La terza tranches, di altri 5 milioni e da completarsi prima della chiusura del mandato della Giunta Pisapia, prevede uno stanziamento di altri 5 milioni di euro per altri 250 alloggi sfitti da risistemare in diverse zone periferiche della città. Questa fase contempla anche gli immobili attualmente occupati abusivamente e, nelle intenzioni della giunta, dovrebbe creare un automatismo che allo sgombero dell’alloggio preveda l’immediata sistemazione ed assegnazione dello stesso.

Infine, il piano prevede l’individuazione di altri 873 alloggi popolari in tutta la città. Di queste case, molte sono già state individuate (via Appennini, via Cogne, via Senigallia, Ponte Lambro) mentre altre situazioni sono in via di definizione (vedi cartina qui sotto).

Piano Case Popolari Milano 2013 Pisapia

(foto apertura @UrbanPost – mappe: @Giuliano Pisapia – facebook)

 

 

Written by Andrea Monaci

47 anni, fondatore e direttore editoriale di Urbanpost.it Ha iniziato la sua carriera con la cronaca locale, ma negli ultimi 20 anni si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto, tra gli altri, per il "Secolo XIX" e "Lavoro e Carriere". Quando non lavora le sue passioni sono la musica rock, i cani, le vecchie auto e la buona cucina.

Firenze weekend

Capodanno 2013 a Firenze: Tutti gli Appuntamenti della Notte Più Lunga

Il Grande Match delle Feste di Natale