di Antonio Paviglianiti in

Milano Stazione Centrale, Ismail Hosni: l’identikit dell’uomo che ha scatenato il terrore


 

Milano Stazione Centrale accoltellati due militari e un poliziotto: chi è Ysmael Hosni, l’uomo che ha scatenato il terrore nel cuore del capoluogo meneghino

Milano, Stazione Centrale, ore 20:30 circa di giovedì 18 maggio 2017. Consueti controlli della zona da parte delle Forze dell’Ordine, specie dopo le tensioni delle passate settimane con i blitz anti-immigrati. Un ragazzo, Ismail Tommaso Ben Yousef Hosni, 21 anni il prossimo 17 agosto, nato a Milano da padre tunisino e madre italiana – come riporta il Corriere della Sera –  estrae un coltello e aggredisce i militari. Prima dà un colpo al collo del soldato: la ferita è a pochi centimetri dalla giugulare. Poi si volta e colpisce l’agente della Polfer al braccio: la lama si ferma contro l’omero.

“Mi sono salvato solo perché sono balzato indietro” ha spiegato l’agente alla stampa. C’è anche il ferimento di un altro militare alla Stazione Centrale di Milano: Hosni ha in tasca un altro coltello da cucina, ma non fa in tempo ad usarlo. In pochi secondi riescono a immobilizzarlo. Lo buttano sul pavimento e lo consegnano a un’altra pattuglia della Polfer arrivata in ausilio.

—> Tutto sul mondo delle news 

Chi è Hosni: l’uomo che ha aggredito militari e poliziotto

Ismail Tommaso Ben Yousef Hosni, questo il nome all’anagrafe del giovane. Ha 21 anni da compiere il prossimo 17 agosto, nato a Milano da padre proveniente dalla Tunisia e madre italiana. È uno spacciatore che bazzica i dintorni della stazione, lo hanno già arrestato più volte. È un nome noto all’antiterrosismo? Risposta negativa: negli ultimi tempi quel ragazzo era solo sotto controllo perché aveva iniziato un percorso di radicalizzazione. “Si era fatto crescere la barba. Aveva un atteggiamento strano.” riporta il Corriere della Sera.

Ed è per questo che in Centrale pochi minuti dopo il ferimento si precipitano il questore Marcello Cardona e il capo dell’Ufficio prevenzione generale Maria José Falcicchia. Poi le indagini passano alla Digos e agli esperti antiterrorismo. “Non ci sono conferme, ma stiamo verificando con la massima attenzione.” Hosni è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio.

—> Blitz antiterrosismo alla stazione centrale di Milano

Le condizioni di salute dei militari feriti alla Stazione Centrale di Milano

L’agente e il soldato ancora ricoverati, coscienti e sotto osservazione. Il primo è ferito al braccio destro, all’altezza del bicipite, mentre il militare 21enne ha ferite al collo, all’avambraccio destro e ad entrambi i fianchi. Infine, il caporalmaggiore, 34 anni, viene dimesso (7 giorni di prognosi per la ferita alla spalla destra).

Milano Stazione Centrale: la reazione di Matteo Salvini

Matteo Salvini su Facebook ha commentato così quanto accaduto ieri sera alla Stazione Centrale di Milano:

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook

EDITORIALE

Parliamo di...