di Stephanie Barone in , ,

Modello 730 precompilato 2017: come scaricare le attività sportive dei figli


 

Avete dei figli che fanno attività sportiva e vorreste scaricare le spese nel modello 730 precompilato 2017? Ecco tutto quello che dovete sapere.

modello 730 precompilato 2017, modello 730, 730 precompilato 2017, dichiarazione dei redditi 2017, come scaricare le attività sportive nel 730,

Diverse le novità ma anche le conferme che arrivano dalle istruzioni per la presentazione del modello 730 precompilato 2017. Come reso noto dalla circolare sul tema dell’Agenzia delle Entrate le famiglie quest’anno, oltre alle spese sulla casa, potranno scaricare nella dichiarazione dei redditi le spese scolastiche nonché quelle universitarie ma anche quelle relative alla frequenza dei figli tra 3 mesi e 3 anni dell’asilo nido. I genitori che lavorano però potranno anche scaricare nel modello 730 le spese legate alle attività sportive praticate dai figli: ecco tutto quello che dovete sapere a riguardo per potervi accedere.

=> Volete essere sempre aggiornati? Seguiteci anche sulla nostra pagina Facebook!

La detrazione e chi può richiederla

La detrazione nel modello 730 legata alle spese per le attività sportive dei figli è pari al 19% e può essere richiesta dai genitori che hanno almeno un figlio tra i 5 e i 18 anni che pratica sport in modo dilettantistico. Inoltre essa è calcolata su un ammontare massimo di spesa pari a 210 euro per il contribuente e per ogni soggetto fiscalmente a carico. Ciò significa che si tratta del limite di spesa massimo considerato per ogni figlio del nucleo familiare. Come spiega l’Agenzia nelle istruzioni alla dichiarazione dei redditi “la detrazione spetta per l’iscrizione annuale e l’abbonamento ad associazioni sportive, palestre, piscine ed altre strutture ed impianti sportivi destinati alla pratica sportiva dilettantistica, rispondenti alle caratteristiche individuate con il DM 28 marzo 2007 pubblicato sulla GU del 09.05.2007 n. 106”.

I requisiti e i documenti

Per poter accedere alla detrazione fiscale per le spese legate alle attività sportive dei propri figli è fondamentale che essi siano iscritti ad associazioni o società sportive dilettantistiche oppure palestre, piscine, altre attrezzature ed impianti sportivi sempre destinate a questo tipo di attività. Non rientrano quindi in questa categoria le associazioni o società senza la dicitura “sportiva dilettantistica”, che non sono riconosciute dal CONI o dalle rispettive Federazioni sportive nazionali ma anche quelle che permettono la pratica di sport professionistico o culturali che fanno corsi di attività motoria.

Si ricorda infine che per poter accedere alla detrazione fiscale nel modello 730 precompilato 2017 o in qualsiasi altro modo si desideri presentare la dichiarazione dei redditi è fondamentale aver conservato bollettini bancari o postali, fatture, ricevute o quietanze di pagamento delle spese per le attività sportive. Nella documentazione devono essere necessariamente citate: la ditta, la denominazione o ragione sociale ovvero cognome e nome (se persona fisica) e la sede ovvero la residenza nonché il codice fiscale del percettore (associazioni sportive, palestre, ecc.); la causale del pagamento (iscrizione, abbonamento ecc.); l’attività sportiva esercitata (es. nuoto, pallacanestro ecc.); l’importo pagato; i dati anagrafici del ragazzo praticante l’attività sportiva dilettantistica e il codice fiscale del soggetto che effettua il versamento.

Per tutti i dettagli si rimanda alla circolare dell’Agenzia delle Entrate.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanDonna

Leggi anche

Commenta via Facebook

Parliamo di...