di MiDa

Monti a Berlusconi: “Non sei lineare. Senza Senso Togliere l’Imu Oggi”


 

Il Premier rivendica i successi del suo Governo e passa al contrattacco. Disponibilità a fare da “guida” a chi crede nel suo progetto politico ma a condizioni precise. Europa, Imu, il Cavaliere finisce nel mirino

Mario Monti Sondaggi Elezioni Politiche 2013

Una apertura a chi crede nel suo progetto. Molte risposte, cariche di sarcasmo, a Silvio BerlusconiMario Monti esce allo scoperto nella conferenza stampa di fine anno. Attesa. Molto, dopo le ultime uscite e i recenti affondi del Cavaliere.  “In un anno l’emergenza è stata superata e gli italiani possono andare in Europa  a testa alta“. Il prologo di Monti che, subito dopo, “arma” la lingua e colpisce Berlusconi.

Direttamente, senza giri di parole: “Provo gratitudine e sbigottimento nei suoi confronti. Ci conosciamo dal ’94 quando mi indicò in Europa ma spesso faccio fatica a seguire la linearità del suo pensiero. E per questo non potevo accettare l’offerta di prendere la leadership dei moderati. Peraltro generosa”. Ma Monti sarà candidato alle prossime elezioni? “Alle forze che manifesteranno adesione convinta e credibile alla mia agenda, sono pronto a dare il mio apprezzamento, incoraggiamento e, se dovesse essere richiesto, anche la guida. Ma senza il nome sulla lista”.

Berlusconi Monti Battibecco a DistanzaChiarito il passaggio, il Premier dimissionario torna su Berlusconi e sulla credibilità europea del leader del Pdl. “Per anni  abbiano avuto un governo in seria difficoltà nel far sentire la sua voce e quindi capisco che ci possa essere disappunto perché adesso le cose vanno diversamente”. Per esplicitare il senso, già chiaro, del discorso Monti si affida ad una famosa citazione di De Gasperi. “Era così precaria la situazione dell’Italia nel novembre del 2011 ed eravamo così circondati dalla diffidenza che nei primi incontri mi è venuto in mente De Gasperi quando disse ‘Prendo la parola in questo consesso mondiale e sento che tutto, tranne la vostra personale cortesia, è contro di me’.”

Una stoccata “datata” quasi a voler retrocedere l’indice della rispettabilità del Paese, sotto la gestione berlusconiana, ai livelli del Dopoguerra. Veleno anche sulla proposta abolizione dell’Imu: “ Toglierla significherebbe rimetterla raddoppiata l’anno successivo”.  Lapilli di ironia, lanciati su più fronti.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Correlati

Commenta via Facebook

EDITORIALE

Parliamo di...