in

Monti: dimezzeremo numero dei Parlamentari

Non bastavano le promesse di Silvio Berlusconi degli ultimi giorni, con tanto di “proposta shock”. Ora ci si mette anche Mario Monti a fare proclami. Un “professore” letteralmente irriconoscibile rispetto alla figura calma e pacata vista all’opera nel suo anno a capo del Governo.

Oggi a Oderzo, in provincia di Treviso, nel cuore del Veneto, Monti ha dovuto prima fare i conti con le contestazioni del popolo leghista, evidentemente ancora ben radicato da queste parti, incurante degli scandali che hanno colpito (e affossato) la “dinastia Bossi”

Mario Monti

Poi è passato alle “promesse” di rito, quando mancano ormai meno di venti giorni alla fatidica data delle elezioni politiche 2013. “Se saremo noi ad uscire vincitori dalle urne – ha dichiarato nel suo comizio Monti – ci impegneremo sin da subito, vale a dire già nel primo consiglio dei Ministri, per ridurre della metà l’attuale numero dei Parlamentari italiani”.

Qualcuno, però, gli dovrebbe far notare che, se vincesse lui, si ritroverebbe alla guida del Paese insieme a personaggi del calibro di Pierferdinando Casini e Gianfranco Fini. Non proprio dei rottamatori. Politici di lungo corso che, pur essendo stati per diversi anni al potere (grazie all’alleanza con Berlusconi), non si sono mai fatti notare per iniziative di questo tipo.

Written by Gianluca Capiraso

30 anni, nato ad Avellino e residente a Milano. Esperto di web marketing, innamorato della "Seo", blogger e giornalista pubblicista dal 2000. Attualmente è Seo&Sem Manager in Tonic e Seo&Content Manager in Xool, due giovani e dinamiche web companies in forte crescita. Oltre alla passione per il calcio, ed in particolare per il "suo" Avellino, e per la politica,soprattutto come anti-DeMitiano, dedica il suo tempo alla produzione di contenuti per poi vederli ai primi posti dei risultati di ricerca di Google. #sonosoddisfazioni

Girlfriend in a Coma, il trailer del film documentario censurato

Raffaella Modugno, la modella italiana che fa impazzire gli spagnoli: le foto