in

Monza: autista sospeso dal lavoro tenta di uccidere il suo titolare, arrestato

Monza: autista sospeso dal lavoro tenta di uccidere il suo titolare. E’ stato arrestato dai carabinieri di Desio un 33enne siracusano, ora accusato di tentato omicidio. Secondo quanto trapelato il giovane, autista per una società di trasporto che opera sul territorio provinciale, era stato temporaneamente sospeso dal servizio, e per vendicarsi ha colpito il suo datore di lavoro con una chiave inglese. L’aggressione si sarebbe verificata al culmine di una accesa lite tra i due sfociata proprio per le rimostranze del ragazzo nei confronti del titolare. Il ferito è stato prontamente soccorso da altri dipendenti e trasportato in ospedale.

E’ stato ferito alla testa perché “colpevole” di avere sospeso il suo dipendente dall’attività lavorativa. Il fermato ha origini siciliane ma è residente a Seregno. Dopo il fatto è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio. L’aggressione è avvenuta nella mattinata di ieri, 16 marzo, intorno alle 11.30. Il 33enne si è recato a Desio, presso gli uffici della società, apparentemente per chiedere spiegazioni sul perché del provvedimento preso nei suoi confronti, ma – evidentemente – le sue intenzioni non erano pacifiche poiché prima di avviarsi si era armato di coltello da macellaio e chiave inglese. Dopo aver discusso animatamente con il suo diretto superiore, suo coetaneo, il giovane siciliano gli si è avventato contro, colpendolo ripetutamente alla testa con la chiave inglese.

Potrebbe interessarti anche: Strage Cisterna di Latina, la verità sulla morte delle figlie di Capasso: parla il Procuratore

In ditta è scattato a quel punto l’allarme: il ferito è stato immediatamente soccorso e sul posto sono giunti i carabinieri di Desio, che hanno bloccato e immobilizzato l’aggressore. La vittima ha riportato serie lesioni alla testa, tuttavia giudicate guaribili in 15 giorni dai medici dell’ospedale di Desio che gli hanno prestato tutte le cure necessarie.

Verissimo, Francesco Monte e Paola Di Benedetto ospiti: le prime parole da “fidanzati”

Aldo Moro morte: il ricordo di Rete 4 dei cinquantacinque giorni più difficili dell’Italia