di M.B. Michela in ,

Monza auto si schianta contro guardrail: muore neonato di un mese, gravi i genitori


 

Monza auto si schianta contro guardrail: muore neonato di un mese, gravi i genitori. Il drammatico incidente questa mattina lungo viale Fermi

monza morto bambino 1 anno e mezzo

Monza incidente stradale mortale: un neonato di un mese ha perso la vita in uno scontro drammatico dell’auto su cui viaggiava con i genitori su un guardrail lungo viale Fermi. I genitori del piccolo, de 20enni di origine sudamericana, sono stati trasportati in ospedale in codice rosso e le loro condizioni sarebbero molto gravi.

La dinamica dei fatti e la causa dell’incidente sono ancora sconosciute e al vaglio della polizia stradale. Il dramma si è verificato oggi, domenica 12 novembre, intorno alle 9.45, quando la Fiat Punto su cui viaggiava la coppia procedeva in direzione di Monza e, probabilmente per una distrazione o un’indecisione del conducente, ha sbandato andando a schiantarsi sul guardrail che separa la strada che si addentra nel tunnel da quella che rimane in superficie.

Potrebbe interessarti anche —> Roma Eur transessuale uccisa: fermato presunto killer, avrebbe commesso anche un altro delitto

Lo schianto è stato tremendo: il figlio della coppia, trasportato al San Gerardo di Monza, è morto poco dopo il ricovero. La Fiat Punto si è letteralmente accartocciata, intrappolando la famiglia. Un testimone che aveva assistito alla scena ha chiamato subito i soccorsi; immediatamente sono arrivati sul posto cinque ambulanze del 118, le pattuglie della polizia locale e anche i vigili del fuoco di Monza. I medici hanno tentato disperatamente di salvare il bambino, la cui culla nell’impatto è stata sbalzata contro il parabrezza, ma è stato tutto inutile. I genitori sono giunti in ospedale intubati, la loro vita è ora appesa a un filo: uno è ricoverato al Niguarda e l’altro al Policlinico di Milano. I vigili stanno cercando di ricostruire con precisione la dinamica dei fatti.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook