di Michele Iacovone in

Morbillo adulti durata: sintomi, cause, come curarlo e vaccino


 

Morbillo negli adulti: come si manifesta, quali sono i principali sintomi, le cure per sconfiggerlo e i vaccini? Ecco tutte le informazioni utili

Morbillo negli adulti, durata, sintomi, come curarlo e vaccino

Morbillo: cos’è e come si diffonde

Il morbillo è una malattia esantematica tra le più diffuse in Europa e può colpire sia nell’infanzia che nell’età adulta. Il virus responsabile della malattia è un paramixovirus, ovvero il morbillivirus. Il periodo primaverile è cruciale per questa malattia: inizia a manifestarsi in maniera casuale tra i bambini, all’asilo e alle elementari: l’infezione avviene tramite starnuto ed espulsione di agenti patogeni per vie nasali e faringee. Molti la considerano una malattia infantile con la quale tutti, in un modo o nell’altro, facciamo i conti quando siamo piccoli. Succede, però, che in alcuni casi siano gli adulti a essere infettati e i sintomi che compaiono non sono diversi da quelli dei più piccoli.

I sintomi della malattia

Essendo una malattia esantematica, la comparsa del morbillo arriva con le classiche macchioline rosse di forma rotonda – esantema cutaneo – non sempre ben definita e concentrate principalmente dietro le orecchie e sul viso. Queste macchie si accompagnano a forte prurito e, molto spesso, arriva anche la febbre alta, solitamente sui 39 gradi, raffreddore, catarro e tosse secca, occhi rossi, eccessiva lacrimazione, fotofobia, congiuntivite e macchie rosse sul palato e bianche sulla parete interna delle guance. I sintomi del morbillo sono molto evidenti e facilmente classificabili: per il medico è sufficiente una semplice visita accurata.

Cure, farmaci, rimedi naturali e vaccino

Il morbillo, generalmente, non è una malattia pericolosa. Una volta identificato, non resta che attendere il suo decorso che normalmente avviene in circa una settimana. Le complicazioni, ovviamente, possono arrivare: diarrea, otite media, polmonite, bronchite, encefalite e convulsioni febbrili. Spesso, però, sono i sintomi a dare maggiori problemi, soprattutto la tosse e la febbre alta. In questo caso esistono dei rimedi specifici e alcuni farmaci semplici come il paracetamolo che abbassa la temperatura corporea, mentre per la tosse ci sono i classici sciroppi oppure l’aerosol a base di prodotti mucolitici. Queste regole valgono sia per i bambini che per gli adulti. Il vaccino, invece, viene somministrato in combinazione con quello per rosolia e parotite dopo il primo anno di età: nella soluzione sono presenti virus vivi, ma incapaci di dare luogo alla malattia. In questo modo il sistema immunitario è spinto al risveglio delle difese immunitarie.

* Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanDonna

Leggi anche

Commenta via Facebook