in

Morbillo morto a Catania bimbo di 10 mesi: contagiato da chi non era vaccinato, monito del medico

Morbillo bambino morto a Catania: la vittima aveva 10 mesi e nella mattinata di oggi, venerdì 6 aprile, è deceduta nell’ospedale Garibaldi di Catania per complicanze legate al morbillo. Prima era stato ricoverato ad Acireale, poi trasferito da due giorni nel nosocomio del capoluogo etneo per l’aggravarsi delle condizioni respiratorie e cardiocircolatorie. Non ce l’ha fatta. Intorno alle 10:15 il piccolo è morto nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Garibaldi-Centro di Catania, diretto dal dottore Sergio Pintaudi.

morbillo morto bimbo 10 mesi a catania

Potrebbe interessarti anche: Scomparsa Maria Chindamo news: c’è un testimone che ha visto un’auto all’ora del sequestro

Negli ultimi due giorni condizioni respiratorie e cardiocircolatorie si erano aggravate tanto da richiedere la necessità di un ricovero in Rianimazione. Il piccolo, si è appreso, soffriva di un difetto cardiaco ed era stato già ricoverato dal 3 al 16 marzo per una broncopolmonite e bronchiolite in presenza di un virus respiratorio sinciziale. Era stato dimesso, visto il miglioramento riscontrato dai medici che lo avevano sottoposto ad un programma di controllo a distanza di 10 giorni.

Le parole del medico su quanto accaduto“Il tragico evento occorso al piccolo paziente, che non era nell’età da poter essere vaccinato e quindi ha contratto l’infezione da chi vaccinato non era, deve essere di monito affinché tutti capiscano che vaccinandosi si protegge non solo se stessi, ma tutta la comunità”. Queste le parole dottor Sergio Pintaudi, direttore del reparto di Rianimazione dell’ospedale Garibaldi-Centro di Catania. Nell’istituto etneo sono 218 i casi di morbillo diagnosticati, due i decessi.

Federica Panicucci concerto di Natale

Verissimo, Federica Panicucci parla del compagno: “Ama anche i miei difetti”

Detto Fatto, intervista esclusiva alla vincitrice di Top Model Curvy 2018 Virginia Quadarella: “Futuro? Moda, televisione e l’Arma dei Carabinieri”