in

Morte Pamela news, due nuovi sospetti: prende piede ipotesi omicidio di gruppo

Morte Pamela Mastropietro news: sono andati avanti fino a notte fonda gli interrogatori ai due nigeriani fermati ieri perché sospettati di avere avuto un ruolo della orribile vicenda. Gli inquirenti sono alla ricerca dei complici dei due indagati Innocent Oseghale e Desmond Lucky, convinti che la morte e lo scempio del cadavere della povera vittima siano stati opera di più persone.

I fermati non sono per ora in stato di arresto. Uno di loro ha 27 anni ed è stato bloccato alla stazione centrale dei treni di Milano mentre con la moglie stava per partire per la Svizzera. Aveva con sé uno zaino con una somma importante di denaro contante. Gli investigatori lo tenevano d’occhio da giorni; sarebbero diversi i soggetti attenzionati finora, tutte persone che Oseghale aveva chiamato al cellulare dalla mattina del 30, dopo avere ‘agganciato’ Pamela nei giardini dello spaccio a Macerata.

Morte Pamela news: fermato a Milano nigeriano 27enne, forse coinvolto nella vicenda

Il secondo nigeriano ieri pomeriggio è stato bloccato a Macerata. I due sospettati, non in stato di fermo, sono ancora sotto torchio. Si sospetta siano stati complici di Innocent Oseghale, detenuto a Macerata, che abitava nella casa di via Spalato 124 dove è morta Pamela – ancora non è chiaro se di morte violenta o di overdose – e Desmond Lucky, tuttora in libertà, chiamato in causa da Oseghale come fornitore di una dose di eroina alla 18enne. I nuovi interrogati potrebbero aver contribuito a sezionare e occultare il cadavere della vittima, fatto a pezzi e ritrovato in due trolley a Pollenza (Macerata) la mattina del 31 gennaio.

Lo scempio del corpo di Pamela sarebbe durato per almeno 8 ore, eseguito da mani esperte. Un sezionamento quasi “scientifico” del cadavere, lo ha confermato la seconda autopsia eseguita due giorni fa. In queste ore l’ipotesi che Pamela sia stata uccisa ‘in gruppo’ si fa sempre più concreta, poiché il medico legale che ha effettuato l’esame autoptico ha riscontrato una ferita alla tempia e due nell’addome, all’altezza del fegato, inferte quando la ragazza era ancora viva.

 

Concorso Polizia Penitenziaria 2018 esame: modalità di svolgimento, prove scritte, fisiche e attitudinali (GUIDA)

Ultimi sondaggi elettorali, Tecnè: crescono M5S, Lega e Centristi, immigrazione “problema” per il 31% degli italiani