di Antonio Paviglianiti in

È morto Guido Rossi, fu presidente Telecom e FIGC ai tempi di Calciopoli: aveva 86 anni


 

Guido Rossi è morto, si è spento il noto giurista italiano all’età di 86 anni. Fu presidente FIGC durante l’era Calciopoli

È morto Guido Rossi, avvocato e giurista, nonché ex presidente di Consob, Telecom e Figc. Aveva 86 anni e si è spento a Milano, sua città natale.  Guido Rossi è stato tra i massimi esperti italiani di diritto societario. Inoltre, ha ricoperto la carica di presidente della Consob dal 15 febbraio 1981 al 10 agosto 1982 e senatore (nella sinistra indipendente) nella decima legislatura. Fra le attività parlamentari, si ricorda la presentazione del disegno di legge Antitrust del maggio 1988. Guido Rossi è stato anche presidente del gruppo Ferfin-Montedison dal giugno 1993 al febbraio 1995 e della Telecom dal 30 gennaio 1997 al 28 novembre 1997. Nel 2006 è stato nominato commissario straordinario della Figc, chiamato a riportare ordine nella Federcalcio dopo lo scandalo Calciopoli. Nello stesso anno è tornato nuovamente in Telecom come presidente, incarico che ha ricoperto fino all’anno successivo. Per lui altro prestigioso incarico nel 2007, alla guida di Fiat.

Proprio sul ruolo di Guido Rossi in qualità di presidente FIGC nel periodo Calciopoli ci furono parecchie polemiche. Perplessità e controversie sono nate dalla possibilità che Rossi all’epoca del commissariato in FIGC durante Calciopoli, non potesse essere una personalità super partes e garante di imparzialità. Milly Moratti, moglie dell’ex-presidente dell’Inter Massimo Moratti, ha affermato che Rossi era un supporter nerazzurro. Inoltre Rossi, prima di essere nominato commissario straordinario, aveva già fatto parte, dal 1995 e per quattro anni, del CdA dell’Inter.

Il 26 luglio 2006, dopo aver delegato lo studio dell’argomento a un comitato di tre saggi (Gerhard Aigner, Massimo Coccia e Roberto Pardolesi), la commissione presieduta da Rossi decise di assegnare a tavolino il titolo di campione d’Italia (rimasto non assegnato in seguito al verdetto della giustizia sportiva) per la stagione 2005-2006 alla stessa Inter a causa delle penalizzazioni della Juventus e del Milan. La polemica sulle discusse scelte di Rossi e sulla loro discrezionalità è continuata quando in un’intervista al Corriere della Sera, l’ex presidente della Figc Franco Carraro ha detto che Rossi sull’assegnazione del titolo era stato forse mal consigliato dai suoi esperti.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook