in ,

Mostre Milano 2016, al Palazzo Reale la tecnologia incontra l’arte: un viaggio nella realtà virtuale di Fabio Giampietro

Tra le mostre e gli eventi organizzati a Milano nella Primavera 2016 nell’ambito di “Ritorni al futuro”, aprirà a Palazzo Reale l’esposizione “Hyperplanes of simultaneity”: un viaggio nell’arte ma anche nella tecnologia e nella realtà virtuale ideato dall’autore, Fabio Giampietro.

“Hyperplanes of simultaneity”, le nuove tecnologie incontrano la pittura, una delle più amate e tradizionali espressioni artistiche: dal 14 al 17 Aprile 2016, la Sala degli Arazzi del Palazzo Reale di Milano ospiterà quest’esposizione completamente interattiva ideata da Fabio Giampietro, artista milanese classe 1974 da sempre impegnato del raccontare il paesaggio urbano che si trasforma per mezzo delle sue installazioni multimediali, opere d’arte che offrono al suo pubblico un’esperienza unica nel suo genere.

“I pittori ci hanno sempre mostrato cose e persone poste davanti a noi. Noi porremo lo spettatore nel centro del quadro” diceva Umberto Boccioni parlando del Futurismo: ecco allora che, grazie alle opere di Giampietro, è possibile immaginare un ponte ideale tra il desiderio futurista di ripensare lo spazio e le attuali possibilità di rendere realtà questi “sogni”. In particolare, l’artista Fabio Giampietro forza le dimensioni delle proprie tele per ottenere un esclusivo e particolare cono ottico grazie all’uso dell’Oculus Rift: utilizzato soprattutto nel settore dei video-game, un visore 3D che trasporta il pubblico e lo rende protagonista della realtà virtuale.

(Foto: © Fabio Giampietro, – Metromorfosi, l’onda, 1000cm x 300cm, olio su tela, 2015-16)

odore corpo umano desiderio

Il desiderio influenzato dall’odore: così le persone sceglierebbero il proprio partner

Amici 15 coach

Amici 15 prima puntata serale: Loredana Bertè contro J-Ax