di Sabina Schiavon in ,

Mostre Napoli 2017, Leonardo Da Vinci al Museo Diocesano: si riaccende il dibattito sull’opera più misteriosa del genio fiorentino


 

Mostre Napoli gennaio 2017: “I Salvator Mundi” per Napoli apre al Museo Diocesano – Complesso Monumentale di Donnaregina

mostre napoli 2017 salvator mundi

Il programma delle mostre di Napoli del 2017 si apre alla grande: al Museo Diocesano, infatti, apre l’esposizione “I Salvator Mundi per Napoli” dedicata alle opere di Leonardo Da Vinci e che avrà come protagonista indiscusso l’opera “Cristo Benedicente”, da anni sotto i riflettori a causa della sua dubbia attribuzione.

Dopo le grandi esposizioni nelle capitali europee, anche Napoli si pone al centro del panorama culturale internazionale grazie alla mostra “I Salvator Mundi per Napoli” allestita a partire da oggi, 12 gennaio 2017, al Museo Diocesano e curata da Nicola Nicola. L’esposizione “I Salvator Mundi per Napoli”, dedicata a Leonardo Da Vinci, arriva a trentaquattro anni di distanza dalla celebre mostra di Capodimonte che indagò la figura del genio fiorentino: questa nuova esposizione partenopea, quindi, sarà l’occasione per riaprire il dibattito su una delle opere più discusse del pittore vinciano, il “Cristo Benedicente”.

=> TUTTE LE MOSTRE DI GENNAIO 2017

La mostra “I Salvator Mundi” allestita al Museo Diocesano di Napoli nel Complesso Monumentale Donnaregina servirà quindi ad aggiornare il processo di studi attorno a una delle opere più discusse di Leonardo da Vinci, il “Cristo Benedicente”, anche alla luce dei temi di maggiore attualità che la dottrina cattolica intende richiamare nel solco dell’anno giubilare appena concluso. Nel percorso espositivo – che si chiuderà il 31 marzo 2017 – anche la tavola col Cristo fanciullo del Salaì, giovane e controverso collaboratore di Leonardo. Quest’ultima tavola sarà accompagnata da diversi lavori di pittura di allievi leonardeschi come Marco d’Oggiono ma anche da tre preziosi fondi grafici: il Codice Corazza (1640 circa), proveniente dalla Biblioteca Nazionale di Napoli, il Codice Fridericiano, custodito presso la Biblioteca di Area Umanistica dell’Università Federico II, e il testo Napoli antica e moderna, datato al 1815, redatto dall’Abate Domenico Romanelli. Per info: www.museodiocesanonapoli.com.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook