in

Mps: il titolo ora vola in Borsa (+11,36%), scambiato il 25% del capitale

Dopo gli ultimi colpi di scena sulle “verità nascoste” dell’ex management di Mps ed lo scandalo Derivati, il Titolo piazza un rialzo importante nell’ultima tornata settimanale. Da registrare, inoltre, che nella sola seduta di oggi è stato scambiato il 25% del capitale sociale. Boom di contrattazioni, quindi, con gli investitori che ha iniziato di nuovo a compravendere il titolo dopo il crollo dei giorni scorsi.

Nonostante ciò, il valore delle azioni non ha subito positive modifiche attestandosi a quota 0.25 euro.

mario monti

Sul caso è intervenuto anche l’attuale premier Mario Monti. “Si tratta di fare la massima chierezza anche dal punto di vista penale” ha dichiarato nel suo intervento a Radio Anch’io. Non risparmia, nel merito, parole di stima rivolte sia a Bankitalia che al Ministero dell’Economia: “Ho piena e totale fiducia nella Banca d’Italia e nei confronti del governatore, così come ce l’ho nel ministro dell’Economia e delle Finanze”.

Si è poi soffermato su un probabile nuovo intervento a favore della banca per evitarne il dissesto e sulle somme ricavate dall’IMU, prestate all’istituto senese. In tal senso ha affermato, sgombrando il campo dalle polemiche:” I 4 miliardi di Imu vanno allo Stato e ci restano, nel caso di Monte dei Paschi di Siena non si tratta di 3,9 miliardi, ma di soldi che verranno rimborsati e con alto taso di interesse. E non sono 3,9 miliardi, ma due miliardi perché per il resto sono rimborsi dei precedenti Tremonti-bonds”.

PER VISCO, MPS BANCA “STABILE” Rassicuranti anche le dichiarazioni del governatore di Bankitalia Ignazio Visco. “Mps è una banca stabile, ma Bankitalia ha avviato comunque un’indagine”. Ha poi chiosato rispedendo al mittente le accuse di presunti controlli “soft” sulle operazioni condotte in epoche recenti: “sbaglia chi adombra mancanza di supervisione” è stato il suo commento.

LE ACCUSE DI GRILLO Il leader del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo, intanto non le manda a dire: “Quello che hanno fatto alla banca Monte dei Paschi è peggio della Tangentopoli, di Craxi e di Parmalat insieme, questo è il danno che hanno fatto”. Così ha “tuonato” arrivando nella sede dell’Assemblea di Mps. “Hanno fatto di un partito una banca e di una banca un partito”, ha aggiunto. E sull’ex ad Mussari: “Mussari è un incompetente, lo hanno messo lì a fare il linoleum: stanno vendendo una banca del 1500 al mercato”.

Written by Luigi Storti

Laureato in Economia Aziendale con Master in Corporate Finance presso la Business School de "Il Sole 24 Ore", ricopre il ruolo di Group Treasurer in una S.p.a. in Milano. Appassionato ed esperto di Finanza Aziendale, Strutturata,Mercati Azionari, Bilancio e Politiche Economico-Finanziarie.

Rogo a Livorno, Gravi padre e fratello del piccolo Angelo Di Alessandro

Graph Search, il motore di ricerca di Facebook è arrivato in Italia