in

Napoli crollo in monastero centro storico: operaio estratto vivo dalle macerie, tre feriti

Napoli crollo in un monastero in ristrutturazione sito nel centro storico della città. Due operai sono riusciti a mettersi in fuga, uno è rimasto incastrato sotto i calcinacci e solo dopo l’intervento dei vigili del fuoco è stato messo in salvo. I soccorritori lo hanno estratto vivo dalle macerie e presto trasportato in codice rosso all’ospedale. Al momento non si conoscono le sue effettive condizioni, tuttavia l’uomo non sarebbe in pericolo di vita. Secondo quanto è emerso, il cedimento avrebbe interessato una parte muraria durante i lavori di restauro della basilica del complesso di San Paolo Maggiore.
Potrebbe interessarti anche: Napoli crollo in monastero centro storico: operaio estratto vivo dalle macerie, tre feriti
Sono stati estratti vivi tutti (quattro in tutto) gli operai intrappolati nelle macerie dopo il crollo della chiesa del complesso di San Paolo Maggiore nel centro di Napoli, ne hanno dato conferma i vigili del fuoco che hanno soccorso i lavoratori. in corso la messa in sicurezza dell’area. Ancora ignote le cause del crollo, in corso le indagini per appurarlo e tutte le verifiche del caso. Inizialmente erano stati salvati tre operai, solo successivamente si è saputo che c’era un quarto operaio che risultava disperso.

Programmi tv Iris: da I Viceré a Il Marchese del Grillo

Baby gang in Brianza, fermati 8 giovanissimi: armati di pistole e coltelli rapinavano coetanei

Concorso Carabinieri 2018 bando: quali le ultime novità? Ecco le info utili su requisiti e prove da superare