di Maria Concetta Distefano in ,

Naspi 2017 Inps: durata, calcolo e informazioni utili per gli stagionali


 

Indennità Naspi 2017, ecco i requisiti i beneficiari la procedura per presentare la domanda, come si calcola e le informazioni utili per i lavoratori stagionali

Nasci 2017 durata calcolo beneficiari lavoratori stagionali

 

 

Naspi 2017 Inps: durata, calcolo e informazioni utili per gli stagionali

L’assegno di disoccupazione è stato introdotto dal Jobs Act, nell’ambito della riforma del lavoro varata dal governo del premier Matteo Renzi. La Nuova prestazione di Assicurazione Sociale per l’Impiego, prevista dal Dlgs 4 marzo 2015 n. 22 è riconosciuta ai lavoratori che hanno perduto il posto di lavoro. Per beneficiare della Naspi 2017 occorre presentare domanda all’Inps. I muli da compilare si possono scaricare gratuitamente dal sito dell’Inps e dallo stesso sito web è possibile accedere per il rilascio del proprio PIN dopo una semplice registrazione con i propri dati anagrafici. Questa procedura permette di inoltrare la domanda in modo diretto all’ente previdenziale, ma la domanda può essere inviata anche tramite un patronato che offre assistenza gratuita secondo quanto previsto dalla legge. Un altro modo per chiedere la Naspi è attraverso il Contact Center Multicanale da contattare per acquisire le necessarie informazioni per procedere nella presentazione della domanda.

>>>SCOPRI TUTTI I SUSSIDI PER DISOCCUPATI IN ITALIA<<<

Naspi 2017 Inps: durata, calcolo e informazioni utili per gli stagionali

L’istanza per usufruire dell’indennità Naspi 2017 coloro che hanno perso involontariamente il lavoro, ma sono ammissibili anche le domande di chi ha presentato le proprie dimissioni per il mancato pagamento del salario o quando ci sono gravi colpe del datore di lavoro. I beneficiari della Naspi sono:
➢ apprendisti;
➢ dipendenti della pubblica amministrazione con un contratto a tempo determinato;
➢ personale artistico con contratto subordinato a tempo determinato;
➢ soci lavoratori di cooperative con un rapporto di lavoro subordinato;
➢ lavoratrici che hanno presentato le dimissioni nel periodo della maternità, perché si tratta di dimissioni per giusta causa;
➢ lavoratrici madri obbligate a presentare le dimissioni durante il periodo tutelato dalla maternità;
➢ lavoratori che sono stati licenziati per motivi disciplinari.
I requisiti per poter fare la domanda della Naspi 2017 sono:
➢Stato di disoccupazioneinvolontario così come disciplinato dal decreto legislativo numero 181 del 21 aprile 2000, in particolare della lettera c del secondo comma dell’articolo 1 e delle sue successive modifiche;
➢versamento dei contributi per almeno tredici settimane nell’arco; dei quattro anni precedenti alla perdita del posto di lavoro;
➢avere 30 giorni di lavoro effettivo , senza prendere in considerazione i contributi versati all’Inps nei dodici mesi precedenti alla data di inizio della disoccupazione.

Naspi 2017 Inps: durata, calcolo e informazioni utili per gli stagionali

I lavoratori che si trovano in stato di disoccupazione, anche in via temporanea, come i lavoratori stagionali e occasionali, devono recarsi al Centro dell’impiego del territorio di residenza e comunicare la propria disponibilità, immediata, a lavorare. Per ulteriori informazioni sulle precise attività economiche che possono essere definite stagionali si rinvia alla visione della tabella allegata alla Circolare Inps 194/2015 al punto 3.1. Per ottenere la Naspi oltre a indicare i requisiti necessari di deve allegare alla domanda la documentazione richiesta dalla normativa. L’ammontare dell’indennità di disoccupazione 2017 viene calcolato dividendo il totale delle retribuzioni imponibili ai fini pensionistici degli ultimi quattro anni per il numero delle settimane di contribuzione e moltiplicando il quoziente così ottenuto per il numero 4,33. L’assegno di disoccupazione 2017 è pari al 75% della retribuzione mensile risultante dall’operazione descritta qualora la stessa sia pari o inferiore a 1.195 euro. Se la retribuzione superasse i 1.195 euro mensili, invece, l’indennità di disoccupazione 2017 è pari al 75% di tale importo a cui si aggiunge una somma pari al 25% del differenziale tra la retribuzione mensile e il detto importo. Comunque l’indennità di disoccupazione non può essere superiore a 1.300 euro mensili. Relativamente alla durata, l’indennità di disoccupazione dipende dalla storia contributiva del lavoratore, la durata massima è pari alla metà delle settimane coperte da contribuzione nei quattro anni precedenti la data della perdita del lavoro, comunque non può superare due anni.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook