in

Noemi Durini news, genitori fidanzato killer: “Siamo orgogliosi di lui!”, e aggrediscono giornalista (VIDEO)

Omicidio Noemi Durini ultime notizie oggi 30 maggio: momenti di grande tensione stamani fuori dall’aula del tribunale dei Minori di Lecce dove si è celebrata l’udienza preliminare durante la quale il Gup ha deciso di rinviare a giudizio Lucio Marzo, accordando il rito abbreviato chiesto dalla difesa del 18enne di Montesardo.

Leggi anche: Omicidio Noemi Durini news processo, dietrofront di Lucio in aula: “L’ho uccisa io, ecco perché”

Come infatti riporta l’Ansa, “Il padre di Lucio, Biagio Marzo ha spintonato il giornalista di Quarto Grado Remo Croci, tirando verso di sé la moglie Rocchetta, che, rivolta a fotografi e reporter, ha gridato: ‘Siamo orgogliosi. Siamo vivi'”. Le parole della donna si riferivano alle dichiarazioni spontanee rese in aula dal figlio poco prima. Lucio infatti oggi è stato protagonista di un clamoroso dietrofront, attraverso il quale ha ribadito la prima versione fornita agli investigatori la sera del ritrovamento del cadavere di Noemi, ovvero di avere ucciso la fidanzata perché quella sera Noemi lo pressava affinché mettesse in atto l’uccisione dei suoi genitori che si opponevano alla loro relazione.

omicidio noemi news fidanzato

Ad oggi la versione di Lucio Marzo, che in questi mesi ha ritrattato più volte e fornito racconti contraddittori e non veritieri su come siano davvero andati i fatti, non ha trovato riscontro alcuno. Sappiamo infatti che i cellulari suoi e di Noemi sono stati attentamente analizzati dagli inquirenti, ma non sarebbe emersa alcuna prova oggettiva del fatto che la ragazzina, come il fidanzato reo confesso oggi ha di nuovo ribadito, avesse ordito un piano omicidiario per far fuori i genitori di Lucio che, è risaputo, osteggiavano, anche con il ricorso a diverse denunce nei suoi riguardi, la loro relazione. La signora Rocchetta, madre del reo confesso, ha evidentemente preso per buone le dichiarazioni del figlio, tanto da sentirsi in dovere, oggi, di ringraziarlo per avere salvato la vita a lei e suo marito con il barbaro omicidio della 16enne di Specchia. Ricordiamo che suo figlio, secondo quanto le indagini fino ad ora hanno dimostrato, avrebbe, da solo, picchiato, accoltellato Noemi alla testa, per futili e abietti motivi, per poi seppellirla viva sotto un cumulo di sassi in una campagna di Castrignano del capo. Ecco il video della vergognosa aggressione ai danni del giornalista di Quarto Grado, lì per fare il suo lavoro:

Enel lavora con noi

Assunzioni Enel 2018, offerte di lavoro aperte: le posizioni ricercate a giugno (GUIDA COMPLETA)

Ultimi sondaggi elettorali, SWG: percentuali dei partiti se si votasse oggi 9 maggio 2018

Luigi Di Maio fake news, la denuncia del PD: “Ecco quando ha conosciuto Savona” (VIDEO)