in

Noemi Durini news, Lucio chiede di essere di nuovo interrogato: presto un nuovo colpo di scena?

Omicidio Noemi Durini news: potremmo assistere a breve ad un altro colpo di scena relativamente al delitto di Specchia, poiché secondo una indiscrezione che ha diffuso Quarto Grado Lucio Marzo, fidanzato della 16enne uccisa accusato dell’omicidio, ha chiesto un nuovo colloquio con i magistrati. Cosa avrà da dire? Il post di Rem Croci sulla pagina Facebook del programma di Retequattro nn lascia spazio a dubbi: “Delitto Noemi Durini. L’ex fidanzato Lucio ha chiesto di essere di nuovo interrogato. I giudici lo sentiranno nei prossimi giorni. Ci saranno altre verità sull’omicidio di Noemi?”.

Leggi anche: Omicidio Noemi Durini: il padre di Lucio fa una proposta inaspettata ad Umberto Durini

Sappiamo che le indagini si sono chiuse poche settimane fa, e che il Dna del 18enne di Montesardo è stato ritrovato sotto le unghie della povera ragazza, barbaramente assassinata all’alba dello scorso 3 settembre. Colpita alla testa con un coltello (mai ritrovato) e sepolta da cumuli di pietre, ancora viva, in una campagna a Castrignano del Capo (Lecce), dove Lucio, minorenne all’epoca dei fatti, l’ha fatta ritrovare dieci giorni dopo, il 13 settembre. Una verità ‘a puntate’ quella fornita dal ragazzo. Prima reo confesso dell’omicidio e immediatamente arrestato, dal carcere minorile di Quartucciu (Cagliari) dove è detenuto, a dicembre ha ritrattato la sua iniziale confessione accusando invece del delitto il meccanico 50enne di Patù, amico suo e di Noemi, Fausto Nicolì. L’uomo è attualmente indagato come atto dovuto, anche per pedopornografia e prostituzione minorile.

omicidio noemi durini news quarto grado

Ma la verità di Lucio Marzo dopo quelle gravi accuse a Nicolì ha nuovamente cambiato faccia. Il ragazzo ha infatti chiamato in causa suo padre Biagio, accusandolo di averlo aiutato ad occultare il corpo della povera Noemi. L’uomo ha respinto ogni addebito asserendo che suo figlio non è lucido mentalmente e di recente gli avrebbe anche chiesto di assumersi la responsabilità del delitto al fine di scagionare lui, suo figlio. Lucio dal carcere ha scritto anche una lettera al papà di Noemi, Umberto Durini, esprimendogli affetto ed appellandolo “papà”. Il signor Umberto a quel punto durante una intervista televisiva lo ha invitato a liberarsi del fardello che ancora lo attanaglia, a confessare tutta la verità su questa vicenda, convinto che ancora manchi un pezzo di verità. “Liberati, liberati”, lo ha più volte esortato il padre di Noemi. Davvero dunque Lucio ha altro da dire? Verità o solo menzogne, escamotage nell’estremo tentativo di farla franca? Ricordiamo che il 18enne dopo l’arresto per diversi mesi è stato sottoposto a perizia psichiatrica su richiesta della sua difesa e dello stesso Gip, e che la relazione finale dei medici ha acclarato la sua perfetta capacità di intendere e di volere e di stare in giudizio. Lucio Marzo, quindi, non è affatto pazzo.

Un Posto al Sole puntata 5000: storico traguardo per la soap-opera di RaiTre

La Corrida puntata 11 maggio 2018: ospiti e curiosità del nuovo appuntamento TV