di Stephanie Barone in

Non si affitta casa ai gay: ecco la denuncia di una coppia di Torino


 

Una volta era “Non si affitta casa ai Meridionali”, oggi è “Non si affitta casa ai gay”. E’ quello che è successo ad una coppia di Torino che si è vista rifiutare ben due proposte di affitto. Ecco la denuncia dei protagonisti.

non si affitta casa ai gay, coppia gay di torino, casa coppia gay torino,

Tra gli anni Cinquanta e Sessanta, gli uomini e le donne che dal Meridione salivano al Nord in cerca di lavoro e di una casa dove portare la propria famiglia incappavano spesso nella risposta “Non si affitta casa ai terroni”. Cinquant’anni dopo le cose non sembrano cambiate, anche se questa volte ad essere prese di mira sono altre persone. Oggi non si affitta casa agli stranieri, agli immigrati ma nemmeno ai gay.

E’ quello che è capitato ad una coppia di Torino, come riporta LaRepubblica.it, che per ben due volte si è vista rifiutare la proposta di affitto per una casa perché omosessuali. Hanno due lavori a tempo indeterminato, due buoni stipendi; hanno le referenze, da otto anni vivono in una bella casa e la padrona non vorrebbe assolutamente che se ne andassero. Loro però vorrebbero una casa un po’ più grande, in una bella zona di Torino. Per loro però le porte sembrano chiudersi “perché non sono una famiglia”.

=> Volete essere sempre aggiornati? Seguiteci anche sulla nostra pagina Facebook!

Le leggi ci sono, per lo Stato loro adesso sono una famiglia, ma per le persone comuni il loro status non è sufficiente. “La discriminazione non è un concetto astratto” scrive uno dei due protagonisti di questa triste vicenda in un lungo sfogo su Facebook. “Ci era capitato già qualche mese fa… casa bella bella… via Cibrario… la vediamo alle 19.30 ultimo appuntamento. Chiamo agenzia alle 9 del mattino per fare la proposta dopo una notte a parlarne, sognar, far conti e prender misure dei nostri mobili. L’agenzia ci dice ‘L’abbiamo affittata, abbiamo ricevuto una proposta (e io penso saranno stati aperti stanotte?!?) e voi non avete garanzie che invece l’altra coppia può garantire!’. Non me l’aspettavo… penso può capitare… infondo ognuno è libero di dar casa propria a chi vuole” scrive il protagonista della vicenda su Facebook, ma i problemi non finiscono qui.

Nelle settimane successive, dopo aver visto diverse altre case, fanno una proposta per un’altra bella casa, stessa zona, vicino a dove uno dei due ragazzi è cresciuto. L’agenzia che la gestisce conosce bene i ragazzi: solo poco tempo fa aveva trovato per uno dei due la casa alla mamma che non poteva più fare le scale. Passa qualche giorno e nessuna risposta. “Qualche giorno di attesa. Che strano…e oggi l’agente con infinito imbarazzo mi dice… la proprietà non vuole. Vuole una famiglia. Vuole qualcuno che stia a lungo. Io provo a ribattere… ma nella casa in cui sto sono quasi 8 anni… ‘lo so ma vuole una famiglia’”.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanDonna

Leggi anche

Commenta via Facebook

Parliamo di...