in

Notte di San Lorenzo 2018: dove e come vedere le stelle, evento indimenticabile

Notte di San Lorenzo. Con il tempo, infatti, la notte del 10 agosto è stata associata al significato religioso del martirio di San Lorenzo: le stelle ricordano lo scoppiettio dei carboni ardenti su cui il santo fu martirizzato, o più verosimilmente le sue lacrime. Ma in realtà non si tratta di vere e proprie stelle, bensì dello sciame delle Perseidi originato dalla cometa Swift-Tuttle, scoperta nel 1862 dall’astronomo italiano Giovanni Virginio Schiaparelli. Quando si verifica l’evento? Avviene quando la Terra passa nella nube di polveri lasciata dalla cometa lungo il proprio cammino intorno al sole.

Cosa avviene durante la notte di San Lorenzo 2018?

I grani di polvere vengono attratti dalla forza di gravità del nostro pianeta e una volta entrati nell’atmosfera cadono a grandissima velocità: possono arrivare a 210.000 km orari. Il calore prodotto dall’attrito con l’atmosfera fa sì che essi si infiammino, per questo motivo riusciamo a vedere la scia luminosa che li contraddistingue.

Dove vedere le stelle durante la notte di San Lorenzo 2018

Per godersi al meglio questo spettacolo è importante seguire alcune dritte: recarsi in un luogo buio, che abbia possibilmente un’ampia visuale, e scegliere una postazione che permetta di guardare verso Nord-Est, dove si trova il radiante: punto dal quale provengono e si irradiano le meteore. Sebbene il picco di massima visibilità delle Perseidi non sarà nella notte fra il 10 e l’11 agosto, ma in quella fra il 12 e il 13 agosto.

Capri: manager francese stuprata in hotel dopo essere stata drogata

caso ceste ultime news roberta bruzzone

Elena Ceste: la cugina è stata soffocata dal marito, stesso tragico destino per Roberta Perosino