in

Obama avverte i Repubblicani: La Nazione è in pericolo

Barack Obama ha effettuato un reso conto della situazione economica americana e della sua linea politica, ma il fulcro del suo discorso è stato senz’altro il suo ultimatum al Congresso e all’opposizione Repubblicana: “O accetteranno che il tetto del debito pubblico venga alzato oppure i mercati statunitensi rischieranno un nuovo recesso”.

Obama Piange Strage Connecticut

Il Presidente statunitense ha sottolineato gli sforzi compiuti per ridurre il debito, evidenziando come la fine del conflitto afghano abbia fatto risparmiare all’America ben 2,4 miliardi. Obama afferma di essersi sempre impegnato in modo responsabile pur di frenare la crisi mondiale ma se il Congresso non accetterà l’accordo di alzare il tetto del debito pubblico gli Stati Uniti finirebbero nel caos.

Il Presidente Usa afferma di non voler aumentare le spese pubbliche ma solo di permettere alla nazione di non venir meno agli incarichi già presi. Obama si dice disposto a fare piccoli tagli al progetto sulla sanità ma non intende agire “con la pistola puntata”.

Parole dure quelle del Presidente Usa, che reputa assolutamente irresponsabile il rifiuto dei Repubblicani di alzare il tetto del debito pubblico, in quanto ciò comporterebbe l’impossibilità di pagare gli stipendi dei militari e le pensioni. Ma i Repubblicani sembrano disposti alla “resa” solo se Obama accetterà i tagli alle spese da loro proposti. “Gli impegni presi vanno rispettati, la reputazione del Paese non è merce di scambio ” replica il Presidente, che non sembra disposto a barattare le importanti proposte presentate e che ripone nella decisione del Congresso la dignità degli Stati Uniti.

Obama sottolinea che il Paese potrà riprendersi al meglio solo se non ci saranno intromissioni ed ostacoli al suo governo, che gli americani stessi, dice, hanno giudicato degno di fiducia con le elezioni. Nel suo discorso non poteva non esserci spazio per dolente tasto sulle armi, dopo l’ultima strage nel Connecticut: l’acquisto delle armi sarà reso più difficile e saranno effettuati controlli più severi.

Molte delle misure saranno pronte nel corso della settimana, ora non resta che attendere la decisione del Congresso che, come ha precisato lo stesso Obama, deve farsi un esame di coscienza ed evitare di trascinare il Paese nella crisi.

Written by Mattia Preziuso

Nato ad Avellino, 21 anni, appassionato di sport, prevalentemente calcio. Studente di Farmacia presso l'Università degli Studi di Fisciano e già collaboratore di altri siti. Segue con particolare attenzione notizie utili e sport.

Aziende Denunciano Facebook

Chi offende su Twitter e Facebook può finire in galera

Sondaggi Elezioni 2013

Sondaggi elettorali 2013, proiezioni seggi al Senato