in

Offerta di lavoro congrua e Naspi novità 2018: ecco come non perdere la disoccupazione

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 162 del 14 luglio 2018, il Decreto 10 aprile 2018 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali in cui viene specificata la definizione di “offerta di lavoro congrua” , utilizzata nell’ambito delle politiche attive per il lavoro ai sensi degli articoli 3 e 25 del decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 150 .L’offerta di lavoro congrua è quella che viene fatta ai percettori dell’Assegno di Ricollocazione all’interno del progetto personalizzato per il reinserimento nel mondo del lavoro e che non può essere rifiutata dal lavoratore. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Leggi anche: Tutti i dettagli sull’assegno di ricollocazione 2018

Offerta di lavoro congrua novità 2018: ecco i principi cardine

I principi utilizzati per definire l’offerta di lavoro congrua sono:

  1. la coerenza tra l’offerta di lavoro e le esperienze e competenze maturate;
  2. la distanza del luogo di lavoro dal domicilio e tempi di trasferimento mediante mezzi di trasporto pubblico;
  3. la durata dello stato di disoccupazione.

Inoltre, solo per i soggetti percettori di indennità di disoccupazione, oltre agli aspetti già citati va valutata l’entità della retribuzione dell’offerta di lavoro, che dovrà essere superiore di almeno il 20% rispetto alla indennità percepita nell’ultimo mese precedente, senza considerare l’eventuale integrazione a carico dei fondi di solidarietà.

Offerta di lavoro congrua novità 2018: distanza casa – lavoro

Sul punto della distanza del luogo del lavoro dal domicilio e tempi di trasferimento si specifica ad esempio che:

  1. Per i soggetti in stato di disoccupazione per un periodo fino a dodici mesi, l’offerta di lavoro e’ congrua quando il luogo di lavoro non dista più di 50 chilometri dal domicilio del soggetto o comunque e’ raggiungibile mediamente in 80 minuti con i mezzi di trasporto pubblici.
  2. Per i soggetti in stato di disoccupazione da oltre dodici mesi, l’offerta di lavoro e’ congrua quando il luogo di lavoro non dista più di 80 chilometri dal domicilio del soggetto o comunque e’ raggiungibile mediamente in 100 minuti con i mezzi di trasporto pubblici.

Offerta di lavoro congrua novità 2018: i dettagli contrattuali

Dal punto di vista Contrattuale , in particolare, l’art. 5 stabilisce che l’offerta di lavoro è congrua quando ricorrono contestualmente i seguenti requisiti:

  1. si riferisce a un rapporto di lavoro a tempo indeterminato oppure determinato o di somministrazione di durata non inferiore a tre mesi;
  2. si riferisce a un rapporto di lavoro a tempo pieno o con un orario di lavoro non inferiore all’80% di quello dell’ultimo contratto di lavoro;
  3. prevede una retribuzione non inferiore ai minimi salariali previsti dai contratti collettivi di cui all’art. 51 del decreto legislativo n. 81 del 2015.

Offerta di lavoro congrua NASPI: come si perde la disoccupazione

Se il disoccupato, senza giustificato motivo, rifiuta un’offerta congrua di lavoro perde il diritto alla Naspi.

Suburra 2 La Serie Netflix quando inizia? Ecco le ultimissime e tutte le curiosità (FOTO)

Cesare Cremonini età-altezza-peso-vita-privata-fidanzata

Cesare Cremonini età, altezza, peso, fidanzata, carriera: tutte le curiosità sull’artista bolognese