in ,

Olio di palma fa male o bene? Coop lo elimina dai suoi prodotti

Rimane al centro dell’attenzione mediatica la questione dell’olio di palma: fa bene o male alla salute? Mentre dal Salone del Gusto 2016 gli esperti sostengono di ‘no’, o meglio non più di altri oli, e Ferrero si prodiga garantendo l’eccellenza della qualità dell’olio di palma utilizzato nella Nutella, la catena di distribuzione Coop sceglie di dire addio a questo ingrediente in modo chiaro e definitivo: lo 0% di olio di palma in oltre 200 prodotti del marchio. In questo modo la catena di supermercati diventa la prima palm free d’Europa.

=> Cos’è l’olio di palma e perché è stato “incriminato”?

La scelta di Coop di eliminare l’olio di palma dai propri prodotti a marchio era iniziata lo scorso maggio, dopo la pubblicazione del dossier dell’Agenzia europea per la sicurezza alimentare lo scorso 3 maggio; il report infatti evidenziava la presenza nell’olio di palma di alcuni composti contaminanti il cui consumo in dosi eccessive viene sconsigliato in particolare tra i più giovani. In un’ottica di politica alimentare salutare, Coop ha quindi deciso di eliminare l’olio di palma dai propri prodotti quali biscotti, gelati, merendine, omogeneizzati, andandolo a sostituire principalmente con oli monosemi, ritenuti nutrizionalmente più equilibrati.

=> Scoprite 5 miti da sfatare sull’olio di palma

“Non intendiamo fare demonizzazione gratuita ma abbiamo applicato il principio di precauzione a tutela dei nostri soci e consumatori” ha voluto sottolineare Marco Pedroni, presidente di Coop Italia; “per noi è un impegno importante su cui abbiamo investito importanti risorse necessarie per procedere alla sostituzione e alla riformulazione nutrizionale dei prodotti”.

Dove vedere Roma Bologna

Dove vedere Roma – Bologna: ora diretta tv, streaming gratis Serie A

Matteo Renzi Facebook

Italicum testo e come funziona, arriva il sì di Cuperlo per le modifiche