in

Omicidio Daniela Roveri news: la verità forse non si avrà mai, ecco perché

Colognola, il delitto di Daniela Rover rischia concretamente di restare impunito. Nemmeno la scienza, gli accertamenti dei Ris hanno infatti portato alla tanto attesa svolta in queste indagini difficili. Daniera Roveri, 48 anni, dirigente alla Icra di San Paolo d’Argon, fu uccisa la sera del 20 dicembre nell’androne di casa, era appena rientrata dal lavoro. Qualcuno – non visto da testimoni né immortalato dalle telecamere di video sorveglianza – la stava aspettando armato di coltello. L’ha aggredita alle spalle, sgozzandola con una sola coltellata alla gola. In pochi istanti si è dileguato. La vittima viveva con la madre, in via Keplero, a Colognola, quartiere della città.

news omicidio daniela roveri colognola

Il killer aveva lasciato la sua firma su un dito e sulla guancia della donna. Parte di profilo biologico che non ha permesso agli inquirenti di risalire alla identità dell’assassino. In questi mesi si era anche parlato di un possibile serial killer e che – per via di un cromosoma ‘Y’ in comune, che permette di risalire alla linea paterna e su un territorio può interessare un numero elevato di persone –  l’omicida della Roveri potesse essere lo stesso che qualche mese prima, il 27 agosto 2016, aveva ucciso, sgozzandola, la professoressa in pensione Gianna Del Gaudio, aggredita nella sua casa a Seriate e per il cui delitto è indagato a piede libero il marito, Antonio Tizzani.

Leggi anche: Omicidio Daniela Roveri news: spunta contrasto con una donna e un possibile movente del delitto

daniela roveri e gianna del gaudio

Ebbene, ipotesi questa che ad oggi non avrebbe trovato conferma. La risposta che è arrivata dagli accertamenti dei Ris di Parma, infatti, non è stata quella auspicata. Da quell’aplotivo Y, sottoposto a un procedimento innovativo e allo stesso tempo sperimentale, non è stato possibile estrarre un Dna completo. Bisogna aspettare ancora altri accertamenti scientifici. Il pm titolare delle indagini, Davide Palmieri, aveva inviato ai Ris anche il cappotto, i pantaloni, gli stivaletti rossi e un maglione che la 48enne indossava la sera dell’omicidio, al fine di far estrapolare eventuali altre tracce biologiche del killer, ma niente. Con gli elementi in possesso non è stato possibile estrarre indizi importanti. Le indagini, nonostante la strada in salita, vanno comunque avanti.

Facebook vietato under 15

Facebook aggiornamento 2018: stretta sugli Under 15, ecco cosa cambia

saronno uomo ucciso a coltellate

Saronno cadavere trovato nel parco Lura: è di un uomo ucciso a coltellate

Back to Top