in

Omicidio Erika Preti news fidanzato reo confesso: iniziata perizia psichiatrica

Omicidio Erika Preti news: perizia psichiatrica per Dimitri Fricano, il fidanzato della vittima reo confesso del delitto venerdì scorso si è presentato nell’aula del Gup in tribunale a Nuoro scortato dagli agenti della polizia penitenziaria del carcere di Ivrea, dove è detenuto, accompagnato dai suoi difensori. La 30enne biellese fu brutalmente assassinata il 12 giugno scorso mentre si trovava in villeggiatura a San Teodoro (Sardegna) proprio con il fidanzato. Sgozzata per futili motivi, dopo un battibecco con Fricano per delle briciole da lui lasciate sul tavolo prima di andare a fare una gita in barca.

 

Leggi anche: Omicidio Erika Preti news: perizia psichiatrica per il fidanzato reo confesso

In udienza il Gup ha conferito gli incarichi ai periti del giudice e ai consulenti del Pm e della difesa, chiamati a valutare la salute mentale dell’indagato e accertare se Fricano al momento del fatto era in grado di intendere e di volere. Gli esami sarebbero iniziati già ieri.  “Il detenuto è stato sottoposto per tre ore e mezzo alle domande dei periti del giudice – il medico legale Antonello Crisci e la psicologa Giuseppina Miranda – dei consulenti del Pm – lo psichiatra Vito La Spina e la psicologa Alessandra Nivoli – e dei consulenti della difesa, Daniela Ponzetti psichiatra forense, e Maurizio Saliva, medico legale (entrambi avevano già partecipato agli accertamenti tecnici autoptici sul cadavere di Erika Preti)”, fanno sapere i quotidiani locali sardi.

ragazza uccisa a san teodoro

Niente è trapelato circa il contenuto degli accertamenti medici, che continueranno nel carcere di Ivrea e avverranno nel più stretto riserbo. Gli esperti hanno chiesto al giudice 90 giorni di tempo per presentare le loro relazioni finali sui colloqui con Fricano. La prossima udienza è stata fissata al 20 luglio. Il 30enne biellese è per Fricano è di omicidio volontario con l’aggravante della crudeltà, oltre che di simulazione di reato per aver inscenato una rapina mai avvenuta. Fricano avrebbe dapprima accoltellato Erika, poi presa per i capelli e strattonata, facendola sbattere contro i mobili della cucina; a quel punto l’avrebbe trascinata per la stanza, e una volta a terra, avrebbe afferrato un secondo coltello da cucina dandole la fatale coltellata alla gola che non ha lasciato scampo alla povera vittima. A quel punto sarebbe corso fuori per chiedere aiuto dicendo di aver subito una rapina.

 

 

 

 

Diretta Milan-Benevento

Diretta Milan – Napoli: dove vedere in TV e web gratis il big-match di Serie A

Privacy e sicurezza, Android è il sistema operativo più pericoloso