di Michela Becciu in , , ,

Omicidio Garlasco news indagato Andrea Sempio, cugino Chiara Poggi: “Solo suggestioni”



 

Omicidio Garlasco ultime notizie sul nuovo indagato Andrea Sempio: a Mattino 5 parla il cugino di Chiara Poggi

andrea sempio news

L’omicidio di Garlasco al centro dell’approfondimento di oggi nella prima puntata del 2017 della trasmissione di Canale 5, Mattino 5. Si è parlato delle nuove indagini della procura di Pavia a seguito dell’esposto dei legali della famiglia di Alberto Stasi, che ha chiesto la revisione del processo dopo che una loro perizia di parte avrebbe dimostrato l’identificazione del Dna rinvenuto all’epoca dei fatti sulle unghie di Chiara Poggi.

Materiale genetico che la perizia De Stefano, eseguita dal genetista incaricato dai giudici di Milano nel 2014, definì “esiguo e degradato”, e per questo impossibile da analizzare. Il perito dei legali dello studio Giarda, che difendono Alberto Stasi, avrebbero invece analizzato quella traccia genetica e dimostrato che apparterrebbe ad Andrea Sempio, 18enne all’epoca dei fatti, compagno di scuola e amico di Marco Poggi, fratello della vittima, che nella primavera del 2007, e nel periodo in cui avvenne l’omicidio (13 agosto 2007), frequentava la villetta dei Poggi, come lui stesso ammise agli inquirenti, che lo interrogarono pochi giorni dopo il delitto.

La possibilità che sia revisionato il processo – ricordiamo che Alberto Stasi è da un anno in carcere, condannato in via definitiva a 16 anni di reclusione – appare remota ai familiari della vittima, che giudicano unica verità quella emersa dalla sentenza della Cassazione, ovvero Stasi colpevole. Le recenti indiscrezioni sul nuovo indagato come atto dovuto sono state considerate “mere suggestioni” da Paolo Reale, cugino di Chiara Poggi e consulente della famiglia al processo. Ecco le sue parole durante l’intervento di oggi a Mattino 5: “La difesa di Stasi impone una nuova verità con particolari suggestivi, ma se si rileggono le carte del processo si nota che le cose non stanno esattamente così”.

Leggi anche: Omicidio Garlasco, news nuovo indagato: “Andava spesso in camera di Chiara Poggi”

E poi ancora dubbi sul comportamento dei difensori di Alberto Stasi: “La verità si cerca in contraddittorio, non dopo la sentenza passata in giudicato”. A breve sapremo se la Corte d’Assise di Brescia accoglierà o meno la richiesta di revisione del processo.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook

EDITORIALE

Parliamo di...