di M.B. Michela in , , ,

Omicidio Garlasco: ultime notizie su nuovo indagato Andrea Sempio


 

Omicidio Garlasco ultime notizie, il nuovo indagato Andrea Sempio ammette: “Lo confermo, ho nominato un avvocato”

andrea sempio news

Gli avvocati di Alberto Stasi, Fabio Giarda, Enrico Giarda, Giada Bocellari, hanno smentito categoricamente l’indiscrezione diffusa dall’Ansa nelle scorse ore, in cui si dava come imminente l’archiviazione della nuova inchiesta sull’omicidio di Chiara Poggi aperta dalla procura di Pavia, alla luce della richiesta di revisione del processo avanzata dal 33enne, da un anno in carcere a Belluno perché condannato in via definitiva a 16 anni di carcere per il delitto.

Questo il comunicato dei difensori di Stasi: “La nuova inchiesta per l’omicidio di Garlasco non è in via di archiviazione. La Procura di Pavia sta, invece, leggendo attentamente gli atti e valuterà tutte le possibili strade percorribili, come, del resto, immaginabile in considerazione del poco tempo trascorso e della complessità degli atti da valutare. La difesa di Stasi auspica, per il futuro, che non vi siano ulteriori strumentalizzazioni, vista la delicatezza della fase procedimentale instaurata, nonché per il rispetto che si deve a tutti i soggetti coinvolti”. Per i difensori dell’ex studente bocconiano, fidanzato di Chiara Poggi all’epoca dei fatti, il Dna rinvenuto sulle unghie della vittima “può essere trasmesso solo per contatto diretto e non per contaminazione ambientale”. La perizia di parte voluta dai familiari di Stasi, fatta dal biologo forense Paquale Linarello, avrebbe inoltre dimostrato la piena compatibilità fra il materiale biologico in oggetto e il profilo genetico di Andrea Sempio.

>>> DELITTO GARLASCO NUOVA INCHIESTA: LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DI URBANPST <<<

Il giovane, oggi 28enne, rientrato al lavoro dopo giorni di assenza dovuti al suo coinvolgimento nell’inchiesta, è ufficialmente indagato come atto dovuto per omicidio volontario dalla procura di Pavia, la cui relazione finale sull’esito dei nuovi accertamenti sarà presto al vaglio della Corte d’Appello di Brescia, che a breve deciderà se vi siano o meno gli estremi per riaprire il processo. “Posso solo dire che ho nominato un avvocato. Lo confermo”, ha rivelato ai cronisti de Il Giorno.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook