in

Omicidio Giulia Ballestri: Matteo Cagnoni chiede i domiciliari “perché non sono molto lucido”

Omicidio Giulia Ballestri ultime notizie: volge al termine il processo a carico del dermatologo ravennate Matteo Cagnoni, accusato di avere assassinato la moglie la mattina del 16 settembre 2016 nella villa disabitata di famiglia sita via Padre Genocchi, sita nel centro storico di Ravenna, dove l’avrebbe attirata con l’inganno. Ieri venerdì 11 maggio è infatti finita l’istruttoria dibattimentale di un processo durato sette mesi. In Corte d’Assise a Ravenna è stato quindi stilato il calendario delle ultime udienze. La sentenza arriverà con ogni probabilità mercoledì 20 giugno. ll 12 giugno la requisitoria del pubblico ministero Cristina D’Aniello, il 14 giugno parleranno le parti civili, il 18 gli avvocati della difesa, Giovanni Trombini e Francesco Dalaiti. Il 20 giugno le eventuali repliche poi la corte si ritirerà in camera di consiglio.

Omicidio Giulia Ballestri news quarto grado

Leggi anche: Omicidio Giulia Ballestri, processo Matteo Cagnoni: asso nella manica della difesa, vacilla la prova regina

Matteo Cagnoni tentò di scappare il giorno dopo il delitto?

Ieri in aula hanno parlato gli ultimi testimoni, tra questi il poliziotto della Questura di Ravenna, Sergio Giorgetti, che ha effettuato degli accertamenti sulla Chrysler Voyager inquadrata dalle telecamere sabato 17 settembre 2016 (giorno dopo il delitto) in via Padre Genocchi, dove Giulia è stata uccisa. Quell’auto è o no dell’imputato? Cagnoni nega di essere stato lì quel giorno, tuttavia i proprietari delle altre 13 vetture uguali immatricolate a Ravenna hanno riferito di non essere passate in quella via quel giorno. L’accusa reputa che quella macchina sia proprio il veicolo in uso all’imputato all’epoca dei fatti. Si è parlato anche del perché Cagnoni sempre il 17 settembre 2016 si recò insieme al padre (indagato per favoreggiamento) all’aeroporto Marconi di Bologna: l’accusa ipotizza che avesse meditato di prendere un aereo e scappare, per poi ritornare sui suoi passi e rinunciare; il dermatologo invece sostiene di esserci andato per comprare un orologio come quello che aveva già acquistato alla figlia, destinato a uno degli altri due figli. Mirco Devani della squadra mobile ieri in aula lo ha clamorosamente smentito: nessuno dei negozi presenti ora nell’area partenze dell’aeroporto, così come nel 2016 quando accaddero i fatti, ha mai venduto orologi del modello e della marca indicati dall’imputato. Non solo, Cagnoni – in quanto sprovvisto di biglietto aereo – nemmeno avrebbe potuto fare accesso all’area partenze.

omicidio ravenna news movente gelosia

Matteo Cagnoni accusato del delitto della moglie: lui nega ogni addebito e cita Nietzsche in aula

Anche ieri Matteo Cagnoni non ha rinunciato alla possibilità di rilasciare dichiarazioni spontanee. Il medico per l’ennesima volta implorato la corte di concedergli gli arresti domiciliari per incompatibilità con il carcere dovuta a suoi presunti problemi di salute. “Non sono molto lucido”, ha detto, “ho degli attacchi di panico continui che mi portano a vivere il carcere con una grande sofferenza, a cui si sono aggiunti episodi allucinatori e di depressione […]. a questo si aggiunge che non vedo da mesi i miei genitori, entrambi malati, e il mio dolore aumenta ogni giorno di più. Vorrei un periodo di tranquillità più sereno e nelle scorse udienze, dopo un paio di episodi in cui sono stato giustamente ripreso, mi sono sempre comportato bene: credo sia una prova della modifica della mia condotta. Della mia sussistenza se ne occuperebbe mio fratello”. Cagnoni ha poi citato un messaggio ricevuto dal figlio – “Non preoccuparti di ciò che dicono, tu sarai sempre il numero uno, e dì al tuo avvocato di impegnarsi così torniamo insieme” – scomodando addirittura Nietzsche: “Un bambino (il figlio ndr) che e stato fatto costituire parte civile .. direi che siamo ‘Al di là del bene e del male’ …” (Fonte RavennaToday). Richiesta di scarcerazione che il pm, ovviamente, chiede sia rigettata alla luce del concreto rischio di reiterazione del reato da parte dell’imputato.

Omicidio Giulia Balestri Foto segnaletica Matteo Gagnotti

 

 

Governo news M5S, Di Battista rivela: “Di Maio mi ha chiesto di restare!”

Al Bano e Romina Power

Romina Power news, la cantante è una furia su Facebook: “Mai più interviste in TV”