in

Omicidio Isabella Noventa news: il giallo del corpo mai ritrovato, inizia il processo d’appello

Omicidio Isabella Noventa ultime notizie: processo d’appello per i tre presunti responsabili del delitto Freddy e Debora Sorgato e l’amica Manuela Cacco. Condannati rispettivamente a 30 anni di reclusione con rito abbreviato e 16 anni, il trio si prepara a tornare sul banco degli imputati in Corte d’Appello a Venezia dal luglio prossimo.

I fratelli Sorgato, da sempre trincerati dietro un complice e granitico silenzio, si sono limitati a ribadire di essere innocenti. Freddy, amante della vittima, ammise nell’interrogatorio precedente l’arresto che la segretaria di Albignasego – con la quale aveva un rapporto di amore e odio, molto conflittuale – morì accidentalmente durante un gioco erotico finito in tragedia. Disse di aver fatto tutto da solo e, dopo l’accaduto, di essersi disfatto del cadavere della donna gettandolo nelle acque del fiume Brenta poco distante dalla sua villetta, a Noventa Padovana, dove sarebbero avvenuti i fatti. Com’è noto, nonostante lunghe e minuziose ricerche, il corpo della donna non fu mai ritrovato e ciò ha sempre indotto gli inquirenti ad ipotizzare che in realtà il cadavere sia stato portato altrove, occultato in altro luogo.

letera anonima a freddy sorgato

L’unica a collaborare con la magistratura è stata la tabaccaia di Camponogara, Manuela Cacco. Lei entrò in scena – come le indagini hanno dimostrato – solo nella fase successiva all’omicidio, accettando su richiesta di Freddy (al fine di depistare le indagini) di indossare gli abiti della Noventa e passare in centro a Padova cosicché la riprendessero le telecamere della zona e si potesse ipotizzare l’allontanamento volontario. Fu la donna, che incalzata dagli inquirenti rivelò tutto durante l’interrogatorio, ad indicare ai magistrati Debora Sorgato quale esecutrice materiale del delitto, descrivendo nei dettagli come e dove l’omicidio si sarebbe consumato. Gli inquirenti hanno reputato attendibile il racconto della Cacco, che infatti è stata condannata a 16 anni di reclusione rispetto ai 30 comminati ai fratelli Sorgato.

Leggi anche: Omicidio Isabella Noventa news: la madre risarcita di 124mila euro, ma è magra consolazione

Nonostante le suppliche del fratello e della madre di Isabella, gli imputati non hanno mai rivelato dove si trovi il corpo, negando dunque all’anziana donna la possibilità di dare degna sepoltura alla figlia, sparita nel nulla il 16 gennaio 2016. Il ballerino autotrasportatore è per Paolo Noventa, fratello della vittima, uno psicopatico che “ha raccontato solo un mucchio di bugie. Non gli crede più neppure la madre, e neanche gli amici”. Chissà se lui e la sorella anche in appello continueranno a negare l’evidenza dei fatti respingendo ogni accusa.

Assunzioni Poste italiane aprile 2018

Assunzioni Poste Italiane maggio 2018, consulente finanziario, come candidarsi? Requisiti, prove, sedi disponibili (GUIDA)

Ultimi sondaggi elettorali, Euromedia Research: percentuali dei partiti al 13 maggio 2018

Ultimi sondaggi elettorali, Euromedia Research: percentuali dei partiti al 13 maggio 2018