in

Omicidio Lidia Macchi sentenza: Stefano Binda condannato all’ergastolo

Omicidio Lidia Macchi sentenza: Stefano Binda condannato all’ergastolo oggi, martedì 24 aprile 2018. L’uomo, ex compagno di liceo della vittima, è stato ritenuto colpevole dell’omicidio di Lidia Macchi, la studentessa varesina massacrata con 29 coltellata il 5 gennaio del 1987 nei boschi di Cittiglio. La Corte d’Assise di Varese ha dunque accolto la richiesta del sostituto procuratore generale Gema Gualdi.

lidia macchi killer

I giudici della Corte d’Assise si erano riuniti in Camera di consiglio in mattinata, dopo che lo stesso procuratore generale aveva rinunciato alle repliche, limitandosi ad affermare: “La Corte sa”. Saltate dunque anche e le controrepliche della difesa che aveva chiesto l’assoluzione dell’imputato. La sentenza è arrivata dopo tre ore di camera di consiglio: in aula erano presenti, fra gli altri, la madre e i fratelli di Lidia Macchi e anche l’imputato, Stefano Binda. La Corte ha inoltre disposto un risarcimento alle parti civili pari a 17.690,40 euro, oltre a una provvisionale di 200mila euro per la mamma di Lidia, Paolina Bettoni, e di 80mila euro a testa per i fratelli della vittima, Stefania e Alberto.

L’Ansa riporta le parole del sostituto pg Gemma Gualdi, dopo la lettura della sentenza di condanna all’ergastolo di Binda: “E’ un giorno di sollievo, perché finalmente è stata stabilità una verità processuale che corrisponde a quella storica … è un giorno di dolore per tutti, famigliari della vittima ma anche per colpevole, ma è un affermazione dello Stato e di tutte le persone che hanno voluto la verità e che fanno parte di questo Stato”. La difesa di Binda ha già annunciato il ricorso in appello.

Potrebbe interessarti anche: Saronno uomo ucciso a coltellate nel Parco Lura: era un perseguitato, movente delitto insospettabile

Patty Pravo racconta tutti i suoi segreti: “Sono stata a Rebibbia, ho picchiato Grillo e fumato con Jimi Hendrix”

Grande Fratello 15, Filippo Contri ha bestemmiato?