in

Omicidio Maelys news: trovati i resti del suo corpo, l’agghiacciante confessione di Nordahl Lelandais

Omicidio Maelys news: ha taciuto per sei mesi. Lungo tempo nel quale ha negato ogni coinvolgimento nella scomparsa della bambina, nonostante gravi indizi di colpevolezza a suo carico dicessero il contrario. Ventiquattro ore fa la svolta: Nordahl Lelandais ha confessato di aver ucciso la piccola Maëlys e ha fornito agli investigatori le indicazioni che hanno permesso di recuperare i resti della piccola vittima, sepolti in un boschetto a 13 km dal luogo in cui la piccola fu rapita, durante un ricevimento nuziale cui partecipava con la famiglia.

news bambina scomparsa in francia

I resti della bambina son stati trovati nel tardo pomeriggio di ieri, 14 febbraio. L’ex militare di 34 anni, amico del padre di Maelys, in carcere anche per essere sospettato di altri delitti, ha però dichiarato che la morte della bambina è stata “involontaria”, ed ha ha rifiutato di fornire altri dettagli in merito. Questo quanto riferito dal pubblico ministero di Grenoble, Jean-Yves Coquillat, ai cronisti. Nordahl Lelandais ha confessato il delitto molto probabilmente a causa di un nuovo elemento indiziario emerso a suo carico: una traccia di sangue della bambina trovata nel bagagliaio della sua auto. Vettura, lo ricordiamo, che lui pulì accuratamente poche ore dopo la sparizione di Maelys. I media francesi in questi ore stanno diramando nuovi particolari inerenti al ritrovamento dei resti della piccola: il cranio della bambina e un osso lungo sono stati scoperti nel tardo pomeriggio – Stasera, i genitori di Maëlys sanno che la loro figlia è morta, che è stata uccisa ” –  la terribile conferma veniva diramata in contemporanea con le ricerche sul luogo dell’occultamento indicato dall’indiziato.  

Scomparsa Maelys news: 34enne in carcere confessa delitto e indica dove si trova il cadavere

L’indagato sarebbe arrivato alla ammissione di colpevolezza su consiglio del suo avvocato Alain Jakubowicz, il quale proprio alla luce del rinvenimento delle tracce ematiche della bimba sotto il tappetino del bagagliaio del suo veicolo, lo avrebbe indotto a collaborare con gli inquirenti. Il 34enne ora dovrà dire come e perché ha ucciso la bambina, in attesa che l’autopsia sul corpo ed altre evidenze investigative ricompongano i pezzi di questa terribile vicenda. Maëlys De Araujo scomparve la notte a cavallo tra il 27 e il 28 agosto scorso, mentre con la famiglia partecipava ad una festa di nozze a Pont-de-Beauvoisina, nel dipartimento dell’Isère, nelle Alpi francesi.

maeys de araujo news

Il suo corpo senza vita è stato ritrovato ieri nelle zone impervie di Chailles, nei pressi del villaggio di Saint-Franc, in Savoia). Nordahl Lelandais avrebbe anche raccontato che dopo il delitto inizialmente depositò il corpo “vicino” alla casa dei suoi genitori a Domessin per poi fare ritorno al matrimonio. Fu solo dopo che tornò per recuperare il corpo e poi lo abbandonò tra le montagne, ha detto il pubblico ministero, aggiungendo che Lelandais si era scusato con i genitori di Maëlys. L’uomo sarà presto sottoposto a nuove audizioni e riascoltato sui fatti poiché la sua confessione non è completa.

 

Elezioni 2018, Par Condicio: come funziona e quali sanzioni per chi la viola?

Redditi politici 2017

Ultimi sondaggi elettorali, Emg Acqua: astensione resta alta, Centrodestra +10% su M5S e Centrosinistra