in

Omicidio Noemi Durini, il padre: “Lucio mi ha scritto dal carcere”, nuovo colpo di scena

Omicidio Noemi Durini ultime notizie: ieri a La vita in diretta è intervenuto in diretta da Specchia Umberto Durini, il papà della 16enne assassinata lo scorso 3 settembre e per il cui delitto è in carcere il suo fidanzato (minorenne all’epoca dei fatti), Lucio Marzo. Il caso è tornato alla ribalta della cronaca poiché il giovane, recluso nel carcere minorile di Quartucciu (Cagliari), dopo avere inizialmente confessato il delitto ha, in due tempi, ritrattato parzialmente la sua versione dei fatti. In una prima lettera fatta recapitare ai magistrati attraverso la polizia penitenziaria, accusò infatti Fausto Nicolì di avere materialmente commesso il delitto (il 50enne meccanico di Patù è infatti indagato a piede libero come atto dovuto), lo scorso 30 marzo, però, Lucio ha rivelato una sua nuova verità dei fatti, chiamando in causa anche suo padre Biagio.

Omicidio Noemi: Lucio accusa suo padre Biagio

Lucio ha in sostanza rivelato che suo padre lo avrebbe aiutato a seppellire il corpo della povera Noemi che – stando alle indiscrezioni emerse dalla autopsia sarebbe morta per asfissia, e sarebbe stata sepolta viva – ancora agonizzava quando le furono gettati addosso i massi che l’assassino ha trovato a portata di mano sul luogo del delitto, una zona di campagna a Castrignano del Capo. La sua nuova versione dei fatti è al vaglio della magistratura che, sebbene non ne siano ancora emerse le prove oggettive, dalla prima ora aveva ipotizzato che il ragazzo non poteva aver fatto tutto da solo, anche perché il corpo di Noemi sarebbe stato trascinato per diversi metri prima di essere sepolto dai massi.

Lucio scrive una lettera al padre di Noemi Durini: incredibile rivelazione

A reputare coinvolto nella vicenda omicidiaria il signor Biagio Marzo sia Fausto Nicolì, che ha sempre parlato di “Lucio burattino e il padre burattinaio”, che Umberto Durini, il quale anche ieri in diretta tv lo ha ribadito: Lucio sarebbe stato istigato dai suoi genitori. E il papà di Noemi ha rivelato anche che il ragazzo gli avrebbe scritto di recente una lettera dal carcere, facendogli intendere di voler collaborare con gli inquirenti e liberarsi finalmente del fardello che lo sta opprimendo da tempo, e che riguarderebbe dunque il presunto coinvolgimento di suo padre rivelato solo di recente. “Ho ricevuto una lettera dal carcere da parte di Lucio. Mi ha scritto che sono stato più di un padre per lui, perché lui sa che io gli ho fatto del bene, l’ho accolto in casa per un mese quando suo padre lo aveva cacciato …” – così Umberto Durini – “Lucio con me vuole tirare fuori tutta la verità. Quindi gli faccio un appello: se davvero come dice ha voluto bene a Noemi, come mi ha scritto, domattina chiami subito i magistrati e si liberi, dica tutta la verità”.

Leggi anche: Omicidio Noemi Durini news: padre di Lucio nei guai, da relazione Ris “risultati inattesi”

Ascolti tv Isola

Ascolti tv Isola dei Famosi 2018: le parole di Giancarlo Scheri

Gabriel Garko Instagram: le scuse e le precisazioni sul suo viso gonfio a Ballando con le Stelle 2018