in ,

Omicidio Noemi Durini news: l’interrogatorio di Fausto Nicolì, ecco come è andata

Omicidio Noemi Durini ultime notizie: Fausto Nicolì interrogato oggi, lunedì 29 gennaio, dopo essere stato iscritto nel registro degli indagati a seguito delle accuse mossegli da Lucio Marzo, il fidanzato della 16enne di Specchia detenuto nel carcere di Quartucciu (Cagliari) dopo aver confessato il delitto della ragazza. I primi di gennaio il giovane ha però ritrattato la sua confessione, accusando in una lettera consegnata alla guardia carceraria il meccanico di Patù di aver commesso materialmente l’omicidio. Nicolì si è sempre dichiarato estraneo ai fatti ed oggi ha risposto a tutte le domande del magistrato. L’interrogatorio è durato circa quattro ore.

Leggi anche: Omicidio Noemi Durini news: a Quarto Grado nuovo straziante particolare emerso dall’autopsia

Omicidio Noemi Durini: l’interrogatorio a Fausto Nicolì

Sebbene il suo legale gli avesse consigliato di avvalersi, com’è suo diritto, della facoltà di non rispondere a sua tutela, in quanto non ha ancora preso visione degli atti e non conosce nel dettaglio i particolari della inchiesta, il 49enne ha deciso invece di parlare, di rispondere a tutte le domande del magistrato, quale dimostrazione del fatto che lui è estraneo ai fatti di cui viene accusato. Fausto Nicolì – indagato a piede libero per omicidio volontario e sfruttamento della prostituzione minorile e pedopornografia – all’uscita dal tribunale di Lecce è stato letteralmente assediato dai cronisti. E’ apparso ‘sollevato’, sereno e sorridente: “Contro di me c’è solo un enorme castello di sabbia. E’ andata ben come speravo, finalmente ho avuto modo di spiegare la mia estraneità ai fatti”, ha detto, aggiungendo che durante l’interrogatorio gli è stato chiesto, tra le altre cose, quando e come ha conosciuto Noemi e perché frequentava lei ed altri ragazzi minorenni: “La bambina della mia amica si era affezionata a Noemi, io Noemi l’ho conosciuta per caso. Io e la mia amica ci vedevamo in un bar e lei e Lucio venivano là …”. Quanto all’alibi per la notte del delitto, Fausto ha spiegato: “Ho spiegato che non è nel mio stile di vita far tardi la sera, io non sono un ‘notturno …”.

omicidio noemi durini news quarto grado

Omicidio Noemi Durini news fidanzato: il ruolo del padre nella vicenda, dubbi e sospetti

Quando i cronisti gli hanno chiesto: “Perché Lucio ha scelto proprio lei da incolpare? Perché le fa accuse tanto gravi?”, il meccanico di Patù ha risposto: “Non è lui, è stato suo padre, signor Zulù … hanno accusato me perché sono una persona ‘comoda’, ideale da accusare, il capro espiatorio, perché ho avuto in passato qualche precedentino penale e ho questo carattere un po’ così …”. L’odio reciproco tra Nicolì e il padre di Lucio, è ormai noto a tutti, giacché da subito il signor Biagio Marzo avanzò dei sospetti nei riguardi del meccanico, alimentando dubbi sulla natura della frequentazione tra un uomo di 49 anni, Noemi ed altri minorenni. “Cosa direbbe a Lucio se lo avesse davanti?”, “Gli sputerei in faccia”, ha detto senza esitare.

Delitto Noemi Durini: a Patù in tanti hanno paura di Fausto Nicolì

Prima che Lucio accusasse apertamente Fausto del delitto, sua madre Rocchetta aveva sporto denuncia ai carabinieri contro Nicolì, accusandolo di averla pedinata in auto fino a casa sua e di avere minacciato di morte lei e la sua famiglia. Secondo quanto riferito oggi dalla giornalista di La vita in diretta inviata sul posto, vi sarebbero anche altre persone intimidite dal meccanico a Patù. Alcuni testimoni le avrebbero infatti riferito che in tanti in paese sarebbero intimiditi dal meccanico, e che in casa avrebbe fatto entrare ragazzi minorenni offrendo loro dosi di sostanze stupefacenti in cambio di filmini a luci rosse. Tutte illazioni, ovviamente, fino a prova contraria, che però vanno a riallacciarsi alle accuse che Lucio ha fatto a Fausto ed ha ribadito in una nuova lettera dal carcere, dove fa preciso riferimento a presunti filmati pedopornografici che il meccanico avrebbe fatto fare a ragazzi e ragazze minorenni che frequentavano la sua casa. Tutto falso, ribadisce lui: “Lucio è un deficiente, loro che mi accusano non hanno fatto bene i conti, perché ora tutti gli accertamenti tecnici e scientifici dimostreranno che io non c’entro niente, non ho fatto niente. Vedrete che il tempo mi darà ragione”.

L Isola dei Famosi facebook

Isola dei Famosi 2018, l’abbandono di Chiara Nasti: ecco le motivazioni

SCOSSA MAGNITUDO 7.2 IN IRAQ

Terremoto oggi in centro Italia: scossa magnitudo 3.2 a Visso