di M.B. Michela in ,

Omicidio Noemi Durini news: madre trova vecchio cellulare, pm ne dispone sequestro


 

Omicidio Noemi Durini news: madre trova vecchio cellulare, pm ne dispone sequestro per cercare “riscontri tra vittima e indagato in un’epoca precedente all’omicidio”

omicidio noemi durini

Omicidio Noemi Durini ultim’ora: la Procura per i minorenni di Lecce ha disposto il sequestro di un vecchio cellulare di Noemi, la 16enne di Specchia uccisa all’alba del 3 settembre scorso da Lucio, il fidanzato reo confesso.

Sarebbe stata Imma, madre della vittima, a trovare l’oggetto e avvertire dell’accaduto gli inquirenti.  Secondo le indiscrezioni emerse, si tratterebbe di un iPhone che Noemi avrebbe utilizzato fino a giugno. Ora la magistratura disporrà accertamenti tecnici sul quel telefono, giacché potrebbe contenere importanti informazioni sui contatti tra la vittima e il fidanzato nel periodo precedente l’omicidio, aiutando a ricostruire gli antefatti culminati nella tragedia che ormai tutti conosciamo.

>>> Omicidio Noemi, tutto premeditato? Nuova foto conferma questa ipotesi: i fidanzati poco prima del delitto <<<

Gli inquirenti sperano di ottenere “riscontri tra vittima e indagato in un’epoca precedente all’omicidio” e “ricostruire tutte le circostanze relative ai fatti”. La signora Imma dopo aver ritrovato l’iPhone della figlia ha immediatamente contattato l’avvocato Mario Blandolino, che a sua volta ha dato notizia di ciò alla Procura. Di qui l’immediato sequestro del dispositivo elettronico, che sarà custodito nell’ufficio Corpi di reato dell’Autorità giudiziaria. “L’atto è stato notificato all’indagato, il 17enne omicida reo confesso, e alle parti offese nell’inchiesta, i parenti più stretti di Noemi”, precisa Repubblica.it.

Potrebbe interessarti anche: >>> Omicidio Noemi news fidanzato: pm chiede perizia psichiatrica per 17enne reo confesso <<<

Noemi: il duro sfogo della madre a Quarto Grado

Ieri sera la signora Imma ha inviato una lettera a Quarto Grado, consegnando la sua riflessione all’inviato Remo Croci. Queste le sue parole:

Dopo la lettura della missiva, la donna è intervenuta telefonicamente in trasmissione per intimare al padre di Lucio, signor Biagio Marzo, di non fare più menzione della figlia davanti alle televisioni. L’uomo infatti poco prima aveva detto all’inviata della trasmissione condotta da Gianluigi Nuzzi: “Per me Noemi è sempre stata una vittima. Qualcuno non ha fatto il suo dovere”, chiamando in causa le presunte “cattive amicizie di Noemi”. La madre della vittima è andata su tutte le furie, smentendo le sue parole e invitandolo a non fare più il nome della figlia, dicendosi convinta dell’operato delle forze dell’ordine e certa che lei e i suoi familiari avranno certamente giustizia.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook