in

Omicidio Noemi Durini nuova confessione: Lucio chiede di parlare con i magistrati

Omicidio Noemi Durini ultime notizie: si torna parlare del delitto della 16enne di Specchia (Lecce), scomparsa il 3 settembre scorso e fatta ritrovare cadavere dieci giorni dopo dal fidanzato, reo confesso dell’omicidio. Lucio Marzo, minorenne all’epoca dei fatti, è in carcere a Quartucciu (Cagliari), ma da quando è detenuto ha più volte cambiato versione dei fatti. Prima ha scaricato la responsabilità materiale del delitto su Fausto Nicolì, 50enne meccanico di Patù molto amico della vittima – chiamandosi fuori dalla vicenda omicidiaria – e pochi giorni fa, si apprende, avrebbe chiesto di rilasciare dichiarazione spontanee ai magistrati. Lucio durante la perizia psichiatrica (che ha accertato la sua sanità mentale e la capacità di intendere e di volere al momento del delitto) avvenuta nei mesi scorsi nel carcere minorile di Quartucciu (Cagliari), dove è detenuto da mesi, aveva detto ai medici nominati dal Gip “Quando sono andato via io, Noemi era viva. “Lo so perché diceva ‘che cogl… che cogl…’, ‘che mi hai fatto, che mi hai fatto'”; quando poi i consulenti gli hanno chiesto: “Perché mettevi le pietre sopra di lei?”. La sua risposta è stata: “Per nasconderla”. Da qui la successiva domanda: “Ma se lei era viva, cosa dovevi nascondere?”. Racconto che ora il ragazzo ritratta.

omicidio noemi durini news

Lucio avrebbe fornito agli inquirenti una nuova versione dai fatti su cui vige la massima segretezza. Tuttavia le cronache locali qualche indiscrezione in merito l’hanno comunque fatta trapelare. Il ragazzo avrebbe di nuovo cambiato versione e chiamato in causa nuovi soggetti la cui identità e il presunto coinvolgimento nella vicenda non sono tuttavia noti. Una nuova verità che, così come le precedenti accuse su Nicolì, poi indagato come atto dovuto, dovrà essere vagliata attentamente dalla magistratura inquirente. Lucio avrebbe ritrattato ancora una volta quanto sostenuto in precedenza, ma sui particolari del nuovo interrogatorio niente trapela, per questo si può  al momento solo parlare di indiscrezioni giornalistiche.

OMICIDIO NOEMI DURINI

Potrebbe interessarti anche: Omicidio Noemi Durini news: l’interrogatorio di Fausto Nicolì, ecco come è andata

Il giovane detenuto avrebbe fornito nuovi elementi sui fatti accaduti, facendo il nome di una terza persona presente sulla scena del crimine. L’interrogatorio si è svolto alla presenza del pm della Procura dei Minori, Anna Carbonara, e della collega della Procura ordinaria di Lecce, Donatina Buffelli. All’incontro ha ovviamente presenziato il legale dell’indagato, Luigi Rella. Si attendono nuovi sviluppi sul caso, quindi.

Al Bano a Storie italiane: “Io e Loredana ci siamo lasciati”, e anche lei telefona in diretta

Concorso Infermieri 2018

Assunzioni Policlinico di Milano 2018: concorso infermieri a tempo indeterminato, requisiti, scadenza domanda e prove da superare (GUIDA)