in

Omicidio Pamela Mastropietro news: Dna sconosciuto sul cadavere, clamorose indiscrezioni

Omicidio Mastropietro ultime notizie: sul corpo fatto a pezzi della 20enne romana sarebbe stat individuato un profilo genetico di uno sconosciuto, una persona che non compare nell’inchiesta a carico di quattro nigeriani accusati di concorso in omicidio, vilipendio, distruzione e occultamento di cadavere, tre dei quali (Innocent Oseghale, Desmond Lucky Lucky Awelima) attualmente in carcere. È quanto emerge da una delle tre perizie depositate dal Ris dei carabinieri di Roma. Tre le tracce biologiche ritrovate sul cadavere della giovane. Il primo profilo genetico è di Innocent Oseghale, 29 anni, ora in carcere. Il secondo è tassista, tuttora non indagato, che incontrò e trattenne Pamela la sera prima dell’omicidio, il 29 gennaio, quando la giovane andò via dalla comunità Pars. Il terzo è di una persona non ancora identificata. Come già detto, non è stata invece trovata alcuna traccia degli altri due arrestati: nessun elemento porterebbe a collocare i due nigeriani nella mansarda di via Spalato 124 a Macerata, dove è stato compiuto il massacro.

La morte, ormai è accertato, sarebbe stata causata dalle coltellate e non dall’overdose. La giovane romana, fatta a pezzi e abbandonata in strada, secondo quando riferiscono le indiscrezioni, avrebbe assunto eroina ma mesi prima. “Assurda questa continua fuga di notizie”, commenta la famiglia Mastropietro. Marco Valerio Verni, zio della vittima e avvocato della famiglia, ha contestato le indiscrezioni di cui in oggetto: “È assurda questa continua fuga di notizie che rischia di inquinare le indagini. Stiamo valutando eventuali azioni da mettere in atto”.

Leggi anche: Omicidio Pamela Mastropietro: nessuna traccia in casa dei presunti complici di Oseghale

pamela mastropietro news

Pamela, secondo gli accertamenti tossicologici, avrebbe assunto eroina – probabilmente non per endovena – nei mesi precedenti alla morte (secondo le ipotesi per questo motivo sarebbe finita in comunità). Il decesso, come è stato più volte sostenuto, secondo i medici legali, è stato provocato da due coltellate al fegato. Esclusa quindi l’ipotesi di un overdose. Nei giorni scorsi la salma di Pamela è stata messa a disposizione della famiglia. La Procura di Macerata ha infatti dato il nullaosta per la sepoltura. Ancora però non si sa quando alla ragazza sarà data degna sepoltura, la famiglia infatti ancora non ha fissato la data dei funerali.

prodi casa svaligiata

Romano Prodi casa svaligiata: ladri in azione mentre lui è a Roma dal Papa

mont saint michel evacuato

Francia Mont Saint Michel evacuato: allarme terrorismo, caccia a uomo sospetto