in

Omicidio Pamela news, Innocent Oseghale dà una nuova versione dei fatti: il suo racconto

Omicidio Pamela Mastropietro ultime notizie: Innocent Oseghale ha fornito una nuova versione dei fatti relativa alla terribile morte della 20enne romana stuprata, uccisa e fatta a pezzi proprio all’interno dell’appartamento il cui affitto era intestato proprio al nigeriano 29enne, sito in via Spalato 124 a Macerata. La notizia è di questi minuti. Sono uscito per vendere marijuana ad una persona che mi aveva chiamato. La ragazza l’ho lasciata viva a casa, con Desmond; quando circa 3-4 ore dopo sono tornato a casa sono tornato e l’ho trovata già dentro le valige”, sarebbero queste le dichiarazioni dell’uomo arrestato lo scorso 31 gennaio. Oseghale scarica dunque ogni responsabilità su uno degli altri due suoi connazionali arrestati con l’accusa di concorso in omicidio volontario, vilipendio soppressione e occultamento di cadavere.

Il nigeriano secondo quanto trapela i questi minuti avrebbe fornito questa nuova versione dei fatti ad uno dei suoi legali durante un colloquio nel carcere ad Ascoli Piceno. Oseghale ha dunque ribadito di non avere ucciso Pamela Mastropietro e negato di aver partecipato alle operazioni di sezionamento del cadavere.

Leggi anche: Pamela Mastropietro news, la famiglia accusa: il giallo della cartella clinica e nuove gravi negligenze della comunità Pars

pamela mastropietro news

“Mi ha detto che la ragazza era stesa sul letto, dopo aver assunto eroina, e che, sebbene non stesse bene, si stava comunque riprendendo. L’altro, Desmond Lucky era invece steso sul divano. Non c’era nessun altro”, ha aggiunto il legale di Oseghale. In quel frangente il 29enne nigeriano sarebbe uscito per andare a spacciare marijuana: “Dice che quando è tornato nell’abitazione diverse ore dopo, la ragazza era già stata chiusa nelle valige”.

Don Matteo 11 decima puntata del 22 marzo 2018: tarme galeotte

bergamo 21enne a piedi in autostrada

Catania operazione “Garbage Affair”: scandalo rifiuti, in manette imprenditori e funzionari del Comune