in

Omicidio Sara Di Pietrantonio, Paduano in aula: “Chiedo scusa, sono un mostro”, lo sdegno della madre della vittima

Omicidio Sara Di Pietrantonio ultime notizie, nuova udienza in Corte d’assise a Roma del processo a carico di Vincenzo Paduano, ex fidanzato della vittima condannato in primo grado all’ergastolo. La 22enne romana fu barbaramente assassinata – speronata in auto, strangolata e poi data alle fiamme lungo la via della Magliana  a Roma – la notte del 29 maggio 2016Paduano, che avrebbe trucidato Sara perché ‘rea’ di averlo lasciato due anni prima, dopo anni di esasperazione e morbosa gelosia che la portarono a decidere di interrompere la loro relazione, non poteva sopportare la fine della loro storia e la stalkerizzò con minacce e messaggi molesti, fino al pedinamento e al barbaro omicidio.

Vincenzo Paduano processo: sentenza giovedì 10 maggio

Con l’elegante contegno che da sempre le è proprio, la mamma di Sara Di Pietrantonio appena fuori dall’aula è stata intercettata dalla inviata di La vita in diretta che le ha chiesto un commento a caldo circa l’assunzione di responsabilità dell’assassino di sua figlia, che lei conosce bene perché a lungo frequentò la sua casa quando era fidanzato con la 22enne. Vincenzo Paduano durante l’udienza ha tenuto sempre gli occhi bassi, tant’è che lei non ha mai potuto incrociare il suo sguardo; si è autodefinito “un mostro” e, chiedendo di rilasciare dichiarazioni spontanee, ha detto di non riuscire a chiedere perdono alla famiglia di Sara perché nemmeno lui è in grado di perdonarsi “per tutto il male che ha fatto”. La Corte d’assise di Roma si è riunita in camera di consiglio, la sentenza – inizialmente prevista per ieri – è attesa per giovedì 10 maggio. L’accusa ha chiesto la conferma dell’ergastolo comminato in primo grado a Paduano, la difesa una riduzione della pena in virtù del rito abbreviato.

Leggi anche: Sara Di Pietrantonio strangolata e data alle fiamme dall’ex: il delitto cela dell’altro? Il giallo della canzone di Ligabue

Paduano chiede scusa in aula, lo sdegno della madre di Sara

“Mi viene da dire solo una parola: esecrabile” – così la madre di Sara intervistata dal programma di Rai 1 – “provo sdegno per queste sue scuse. Scuse di cosa? Mi è parso il solito Vincenzo, dopo due anni di prigione si va vedere come un bravo ragazzo che ci chiede scusa … Io però non sarò più ingannata da lui, ha solo messo una maschera. Non credo assolutamente, come ha detto in aula, che non ricordi niente della notte del delitto. Io non cado nella trappola in cui è caduta mia figlia”. Così la donna, che se avesse modo di parlargli guardandolo in faccia gli direbbe “perché non ci racconti cosa è successo davvero quella notte, perché finora lo hanno fatto solo i giudici; e se adesso, dopo quello che ha fatto, ha trovato pace …”.

 

Replica Grande Fratello 2018 settima puntata

Grande Fratello 2018 eliminato quarta puntata: ecco chi ha dovuto lasciare la casa (FOTO)

Grande Fratello 2018 news nomination: ecco chi rischia l’eliminazione (FOTO)