di M.B. Michela in ,

Omicidio Sofiya Melnyk news: in un video il passaggio della sua auto, chi c’era alla guida?


 

Omicidio Sofiya Melnyk news: in un video il passaggio della sua auto, chi c’era alla guida? Il punto sulle indagini relative al giallo di Cornuda

giallo di cornuda news

Omicidio Sofiya Melnyk ultime notizie: ancora nessun passo avanti nelle indagini relative al delitto della 43enne ucraina scomparsa da Cornuda (Treviso), dove conviveva con il compagno ‘ufficiale’ da circa dieci anni, il 15 novembre scorso e ritrovata cadavere il pomeriggio del 24 dicembre in fondo a una scarpata sul Monte Grappa.

In attesa che gli esiti dell’autopsia e l’analisi del materiale genetico rinvenuto sotto le unghie della vittima possano dare una svolta al caso, si apprende che gli inquirenti starebbero analizzando un video di una telecamera di sorveglianza che avrebbe ripreso il passaggio dell’auto della donna proprio nel luogo in cui è stato ritrovato il suo cadavere martoriato. Lividi ed ecchimosi, l’osso del collo spezzato, tutti segni sul corpo della della donna che danno certezza del fatto che la povera Sofiya prima di essere scaraventata in quella scarpata (forse ancora viva) sia stata picchiata selvaggiamente. Dove e da chi ancora è un mistero. Si ipotizza che al volante della sua auto vi fosse il suo assassino, intento a trasportare il cadavere nel bagagliaio della vettura fino al quel dirupo per disfarsene.

Potrebbe interessarti anche: Omicidio Sofiya Melnyk news, gli alibi dei due amanti: dalla sua vita privata la soluzione del giallo?

donna scomparsa a cornuda

Chi c’era alla guida dell’auto di Sofiya? Le immagini non sarebbero nitide e ad oggi non sarebbe stato ancora possibile capirlo. La vettura della vittima è stata trovata parcheggiata a Maser, e si ipotizza che da lì poi il killer si sia allontanato a piedi. Possibile che il soggetto in questione sia stato Daniel Pascal Albanese, trovato impiccato in casa a Cornuda il 26 novembre, per la Procura morto suicida dopo avere assassinato la sua compagna? La famiglia dell’uomo è incredula: ha appreso dai media che Sofiya Melnyk aveva una doppia vita, almeno due amanti che finanziavano la sua vita agiata, e che Daniel Pascal fosse a conoscenza di questo suo ménage e lo accettasse. La coppia nascondeva questi retroscena alle rispettive famiglie, che oggi fanno davvero fatica a credere a ciò che pian piano l’inchiesta sta ricostruendo. La sorella di Daniel Pascal intervistata da diversi programmi tv continua a sostenere che suo fratello non può aver picchiato, ucciso e buttato giù per quel dirupo la donna che amava, anche se le indagini ipotizzano che l’uomo abbia letteralmente perso la testa nell’apprendere che Sofiya aveva deciso di lasciarlo per rifarsi una vita con il nuovo amante, un medico trevigiano conosciuto qualche mese fa e dal quale avrebbe voluto anche un figlio. Se avesse messo in atto il suo nuovo progetto esistenziale, infatti, Pascal avrebbe perso la sua donna e la casa in cui viveva (intestata a Sofiya e pagata con i soldi del primo amante) con lei in un colpo solo.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook