in

Omicidio Sofiya Melnyk ultime notizie: intercettazione smonta tesi degli inquirenti, documento inedito

Omicidio Sofiya Melnyk ultime notizie: e se a togliere la vita alla bella 44enne ucraina non fosse stato il suo compagno e convivente, morto suicida sette giorni dopo la scomparsa della donna, Daniel Pascal Albanese? Un legittimo e più che mai pertinente dubbio, questo, dopo le importanti indiscrezioni sul caso fornite da Chi l’ha visto? durante la diretta di ieri sera, mercoledì 2 maggio. Sì, perché il programma Rai è venuto in possesso di importanti documenti del fascicolo dell’inchiesta che di fatto stroncano quello che dalla prima ora è stato il quadro indiziario ricostruito dagli inquirenti. Non vi sarebbe infatti più alcuna certezza che sia stato Pascal – geloso del fatto che Sofiya avesse più d’un amante e con uno di essi avesse deciso di andare a vivere e mettere su famiglia – a massacrarla di botte, il 15 novembre 2017 giorno della scomparsa, e poi scaraventarla giù per una scarpata (ancora viva) sul monte Grappa, dove la povera vittima fu rinvenuta del tutto casualmente il pomeriggio del 24 dicembre scorso, vigilia di Natale.

Omicidio Sofiya Melnyk news: amante parla per la prima volta e si fa riprendere in volto (FOTO)

cornuda omicidio sofiya

Il documento inedito fornito da Chi l’ha visto? è rappresentato da una serie di intercettazioni audio originali delle telefonate che Sofiya e Pascal si sono scambiati esattamente tre giorni prima che la donna sparisse. Nessuna tensione, nessun litigio o acredine tra i due, bensì toni affettuosi, di estrema complicità e armonia tra la coppia, questo emerge chiaramente. Un Pascal innamoratissimo della sua donna, accondiscendente, e lei che si rivolge a lui con fare complice e sereno. Cade dunque il movente della gelosia ed anche la certezza che sia stato Pascal ad uccidere Sofiya. I due parlano, quasi in codice, di affari, incontri con un uomo di cui non fanno il nome, e Pascal appare perfettamente a conoscenza dei traffici finanziari della sua compagna.

Ecco l’audio di una delle intercettazioni in oggetto:

Ennesima conferma che il 50enne (trovato morto impiccato in casa) sapeva che la donna aveva delle relazioni con altri uomini: un geologo, che l’avrebbe aiutata a comprare una casa e un medico, che ha confessato che aveva in progetto di costruire una famiglia con Sofiya. In una delle succiate intercettazioni telefoniche, estrapolate dal pc dell’uomo tramite sofisticate tecniche informatiche adottate dagli investigatori, Pascal chiede a Sofiya se deve sistemare le finestre in modo che un altro uomo non si accorga che lui è stato in quella casa (non viene però specificato di quale abitazione si tratti), si offre di dare consigli su come fare dei lavori in casa, insomma non sembra esserci una crisi tra loro due. Il dato ha una importanza basilare per le indagini poiché, lo ricordiamo, la telefonata avviene tre giorni prima dell’omicidio della donna, quando la coppia – secondo il quadro della Procura – sarebbe dovuta essere ai ferri corti e in crisi profonda. Il giallo dunque è più che mai aperto: chi e perché ha ucciso Sofiya Melnyk? E il suo compagno Pascal si è davvero suicidato?

Mario Bozzoli news cadavere: ecco come e dove potrebbe essere stato portato via

terremoto oggi 3 maggio 2018 muccia pieve torina

Terremoto oggi 3 maggio 2018 Marche: quattro scosse nella notte a Muccia e Pieve Torina (Macerata)