in ,

Omicidio Svetlana Balica news: un episodio di molestie dietro il delitto? Emergono nuove verità

Cosio Valtellino omicidio Svetlana Balica news: il mistero della 44enne moldava scomparsa, molto probabilmente uccisa dal marito Nicola Pontiggia, morto suicida il 2 novembre scorso, potrebbe essere risolto in Moldavia. E’ proprio lì infatti, nella sua terra natia, che la donna possedeva una abitazione oggetto di accese discussioni con il marito negli ultimi tempi. Lui avrebbe voluto vendere quell’immobile, lei invece era contraria e lasciava che venisse abitato da suoi parenti a titolo gratuito. Questo il motivo della discordia che celerebbe il movente del delitto? E’ tra le ipotesi al vaglio della magistratura.

Ci sarebbe però dell’altro. Ciò che raccontano i rispettivi familiari della coppia sono versioni discordanti, gli inquirenti dunque potrebbero avere necessità di andare in Moldavia e carpire informazioni circa la vita privata della donna attraverso i suoi familiari. Come già anticipato da Quarto Grado nelle scorse settimane, fra i retroscena legati al passato di Svetlana Balica potrebbe esserci un caso di molestie.

Omicidio Svetlana Balica: Quarto Grado va in Moldavia e scopre un retroscena inedito sulla vita della donna

Svetlana avrebbe subito molestie sul lavoro in Valtellina, a riferirlo una sua amica moldava residente in Italia. C’è ancora da capire sulla vita di questa coppia, dunque, anche perché il corpo della donna non è stato trovato, sebbene gli indizi in mano alla procura portino alla ditta Castelli dove Nicola lavorava da tempo, dove è morto per sua volontà schiacciato da un camion che aveva finto di dover riparare (ma che non era guasto) e dove poco prima un video delle telecamere di sicurezza lo riprende trascinare un cadavere, intento a farlo sparire. Quel corpo senza vita, sebbene le immagini siano sfocate, per la Procura è proprio di Svetlana Balica.

Un giallo ancora lungi dall’essere risolto: non si conosce il movente dell’omicidio né si sa dove sia stato occultato il corpo della povera vittima che potrebbe dire molto sulle dinamica dei fatti. A riferire agli inquirenti dei litigi continui tra moglie e marito per la casa acquistata prima del matrimonio in Moldavia, e che Nicola voleva vendere, anche le figlie dell’uomo. I familiari di Svetlana danno al riguardo un’altra versione dei fatti: “Nicola diceva di voler venire a vivere qui dopo la pensione, quindi la cosa non torna. L’ultima volta che sono venuti mia sorella mi ha raccontato che il marito era cambiato in peggio negli ultimi mesi. Litigavano per dei problemi familiari di Nicola, di cui lui non le aveva parlato”, ha riferito la sorella di Svetlana. E il fratello Petru, già interpellato dalla trasmissione Quarto Grado pensa che “Bisogna indagare in Italia, chiedere ai parenti di Nicola”. Del resto erano stati proprio i familiari di Pontiggia, subito dopo aver appreso della scomparsa di Svetlana e del suo apparente incidente mortale sul lavoro ad ipotizzare che il 55enne avesse fatto del male alla moglie e poi si fosse tolto la vita. Perché ipotizzare ciò quando ancora non si avevano evidenze del fatto che si era trattato di un omicidio-suicidio?

napoli scutatrice mette a soqquadro seggio

Elezioni 2018: il 4 marzo è “Election Day” in Italia, al voto anche in Lazio e Lombardia (GUIDA)

Diretta TV Torino-Cagliari

Diretta Torino – Bologna dove vedere in televisione e streaming gratis Serie A